Como, parte l’assalto a Cerri.
Ternana e Bari in pole position

L’attaccante azzurro sarà uno dei pezzi più pregiati del mercato di B: conferma in salita

Como, parte l’assalto a Cerri. Ternana e Bari in pole position
Alberto Cerri con la maglia del Como
(Foto di Cusa)

Se il buongiorno si vede dal mattino, Alberto Cerri sarà uno dei giocatori più contesi sul mercato in serie B. Di ieri la notizia che l’attaccante piace alla Ternana, di qualche giorno fa la voce che su di lui ci sia anche l’interesse del Bari.

Battaglia

In prima fila, primissima, ovviamente c’è anche il Como, che per manifesta volontà dello stesso Charlie Ludi vorrebbe riuscire a tenerlo. E per la verità, lo stesso Cerri avrebbe espresso il piacere di restare in biancazzurro, particolare che potrebbe essere determinante. Anche più della volontà della società che ancora detiene il cartellino del giocatore, il Cagliari, che alla luce dell’esito del suo campionato potrebbe fare riflessioni diverse sull’opportunità di tenere il suo giocatore. Anche se il destino di Cerri al momento sembra lontano da quello della società rossoblù. Certo è che la concorrenza comincia a essere agguerrita. E ci sarà da capire quanto il Como sia disposto ad affrontarla, considerando comunque che per quanto riguarda l’attacco non sarà questo l’unico punto su cui lavorare.

Si è comunque capito che questo sarà uno dei temi principali del mercato del Como, un mercato che ancora deve prendere forma ma che ha già dei temi basilari. Oltre a Cerri, giocatore che nel caso non sarà facilissimo da sostituire, ci sono altri nodi fondamentali da sciogliere. Per esempio quello del portiere. Con Facchin passato ad altro ruolo, c’è da capire che decisione si prenderà su Gori, anche lui in prestito. Nel senso, se fino a un certo punto sembrava poter essere il punto di partenza tra i pali per la prossima stagione, ora dopo la stagione problematica del portiere, e dopo un finale di campionato che per vari motivi non è stato quello che ci si attendeva, il dubbio è decisamente cresciuto. Per affrontare la B come si presume che il Como voglia affrontarla l’anno prossimo – il famoso innalzamento dell’asticella e degli obiettivi – la scelta del portiere, o addirittura dei due portieri, diventa davvero un nodo fondamentale da risolvere senza perdere troppo tempo. Perchè non è certamente un ruolo a cui si possa porre rimedio con una soluzione dell’ultima ora.

Incognite

Tornando all’attacco, le incognite sono diverse. Sotto contratto ci sono Gliozzi e Cerri, invece La Gumina non verrà confermato. E per quanto riguarda gli esterni, in prestito c’era anche Parigini, il cui destino al momento non è noto. E’ un giocatore del Genoa, dunque a questo punto stessa categoria del Como. In più, ci sono due punti di domanda. Chajia, che sarà recuperato ma le sue condizioni dopo uno stop così lungo sono ancora tutte da valutare. Stesso discorso per Gatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}