Como vuol far pace col Sinigaglia
Ma dovrà fare i conti con il Casale

La squadra, in risalita e in serie utile da tre partite, ha bisogno di ritrovarsi soprattutto nel suo stadio, dove finora ha ottenuto poco

Como vuol far pace col Sinigaglia Ma dovrà fare i conti con il Casale
Dopo la trasferta in Piemonte, il Como torna in casa

Ritrovare la vittoria in casa per avvicinare le squadre in testa alla classifica. È l’imperativo Como, che affronta il Casale domani al Sinigaglia alle 14.30 - nuovo orario, sarà in vigore fino a marzo -, dopo la convincente vittoria di domenica a Castellazzo Bormida.

Perché il Como, in risalita e in serie utile da tre partite, ha bisogno di ritrovarsi soprattutto nel suo stadio, dove finora ha ottenuto poco, quattro soli punti in tre partite.

E non sorprenda quindi il dato complessivo: su 18 punti in classifica, 11 sono arrivati lontano da Como.

Ma più che sui numeri, mister Andreucci alla vigilia della partita contro i piemontesi ha insistito sulla necessità di rivedere un Como combattivo.

«Mi aspetto lo stesso atteggiamento, la stessa voglia di essere padroni del campo - afferma -. Questo significa essere pronti a tutto, sia nella fase difensiva, sia in quella offensiva: ci è riuscito quasi sempre bene fuori casa, ci abbiamo provato anche a Como ma non sempre ci è venuto bene. Il Casale? Ha ottenuto meno di quanto in realtà meritasse: è una squadra giovane, con alcuni elementi esperti e di valore, e ha una garanzia in panchina come Ezio Rossi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}