Fc Como di Lady Essien

Procedura fallimentare al via

Questa mattina si è svolta un’udienza in tribunale. Nessuno si è presentato a difendere la società che è stata gestita dalla moglie del calciatore

Fc Como di Lady Essien Procedura fallimentare al via
Akousa Puni Essien, resta un mistero la sua “operazione Como”
(Foto di Fabrizio Cusa)

E’ in itinere la procedura di fallimento della Fc Como, la società di Akousa Puni Essien che è stata proprietaria del Como praticamente per tre mesi e mezzo.

L’assurda e ancora inspiegabile vicenda che ha fatto precipitare la squadra nei Dilettanti ha ovviamente anche un risvolto giudiziario, e oggi in Tribunale era in calendario l’udienza prefallimentare dopo l’istanza mossa da Francesco Di Michele, in questo caso come custode giudiziale del centro di Orsenigo.

Si è chiesto il fallimento di Fc Como sulla base dei 90.000 euro di canoni di affitto insoluti, nello specifico 30.000 per i mesi da aprile a giugno e ulteriori 60.000 per il secondo semestre del 2017, visto che da contratto l’affitto del centro andava pagato anticipatamente due volte l’anno.

E fallimento sarà, visto che appunto questa mattina nessuno si è presentato in Tribunale per difendere la posizione della Fc Como. A questo punto la settimana prossima verrà nominato un curatore, dando di fatto il via alla procedura fallimentare. E nel fallimento potrebbero insinuarsi anche i giocatori, che ancora non sono stati pagati.

Nel frattempo i beni di proprietà della Fc Como, sostanzialmente il mobilio degli uffici e qualche pullmino, sono stati concessi in comodato d’uso alla nuova società, ma è una disposizione temporanea, per ora fissata sino alla fine del mese di ottobre. Dopodichè i beni stessi potrebbero essere messi all’asta, a meno che non ci sia prima un accordo per l’acquisto, visto che in ogni caso il nuovo Como non è ancora legittimo proprietario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}