Sprint Como, una certezza c’è già
La stagione non finirà a Caronno

Poule scudetto o playoff, il campionato andrà oltre le ultime due partite

Sprint Como, una certezza c’è già La stagione non finirà a Caronno
Gabrielloni, bomber del Como che si prepara al finale di stagione
(Foto di Cusa)

Virtus Bergamo domenica in casa, Caronnese in trasferta il 5 maggio. E fin qui ci siamo. Il Como deve affrontare questi prossimi due impegni per arrivare fino in fondo. Se fossero due vittorie, sarebbe serie C. Un traguardo che sulla carta, tra l’altro, potrebbe essere tagliato già domenica se il Como vincesse e il Mantova no. Perchè i due punti di vantaggio attuali diventerebbero quattro o cinque, quindi senza più possibilità di essere raggiunti.

Rischio che invece non si correrebbe al contrario, anche nel malaugurato caso che il Como non dovesse vincere. Meglio non pensarci, ovvio. Ma i biancoblù in questo momento, a differenza dei loro avversari, potrebbero ancora vincere pur commettendo qualche errore. Il Mantova se sbaglia è praticamente certo di non farcela più.

Ma la matematica lascia aperte ancora tutte le ipotesi. E vale la pena quindi ricordare che in caso di arrivo a pari punti non contano le gare giocate in campionato - peraltro vinte una a testa con un gol di scarto -, ma si dovrà ricorrere allo spareggio. Gara secca in campo neutro. In cui si parte assolutamente alla pari, con tempi supplementari e rigori.

Ma il campionato del Como, in ogni caso, non finirà il 5 maggio. Nemmeno vincendo il campionato nei tempi giusti. Ovviamente chi arriva secondo giocherà i playoff, contro la quinta classificata e poi in caso di vittoria contro la vincente tra terza e quarta, entrambe le gare in casa, domenica 12 e domenica 19 maggio. Chiaramente salvo spareggi.

Per chi arriva primo, invece, c’è la lunga fase della poule scudetto. Che comincerà con tre triangolari, a cui parteciperanno le nove squadre vincitrici, divise per criterio geografico. Quindi la vincente del girone B giocherà con il Lecco e con la vincente del girone C, in cui in questo momento è in testa l’Arzignano Valchiampo, squadra vicentina. Il sorteggio stabilirà chi sono le due squadre che giocano per prime, il 12 maggio. La vincente, o in caso di parità quella che gioca in trasferta, riposerà nel turno successivo, domenica 19 maggio, per tornare in campo mercoledì 22 contro la squadra che ha riposato la prima giornata.

Le vincenti dei tre triangolari, più la miglior seconda dei tre minigruppi, accedono alle semifinali. E l’ultima fase della poule scudetto verrà giocata in campo neutro, l’anno scorso si giocò in Toscana: semifinali venerdì 31 maggio e finale domenica 2 giugno. Anche in questo caso si tratta di partite secche, che in caso di parità si decideranno ai rigori.

Insomma, il cammino del Como potrebbe essere ancora molto lungo. Anche se i passi che contano sono quelli di queste due settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}