Convocazioni olimpiche
Ruta e Rocek ci sono

L’Italia del canottaggio è pronta a volare verso la capitale nipponica per partecipare ai XXXII Giochi Olimpici estivi

Convocazioni olimpiche Ruta e Rocek ci sono
AISHA ROCEK A DETRA ACCANTO AL PRESIDENTE ABBAGNALE
(Foto di Gianfranco Casnati)

Tokyo chiama, Pietro Willy Ruta e Aisha Rocek rispondono. L’Italia del canottaggio è pronta a volare verso la capitale nipponica per partecipare ai XXXII Giochi Olimpici estivi con le regate olimpiche, sulle acque del Sea Forest Waterway, dal 23 al 30 luglio. Il Presidente Federale Giuseppe Abbagnale e il Direttore Tecnico Francesco Cattaneo, a Sabaudia, hanno ufficializzato i nomi dei 26 atleti azzurri (15 uomini e 11 donne), comprese le riserve, che parteciperanno alle regate olimpiche nelle 9 specialità qualificate: 5 maschili (quattro senza, quattro di coppia, due senza, singolo senior e doppio pesi leggeri) e 4 femminili (quattro di coppia, doppio, due senza senior e doppio pesi leggeri).

Tra queste il lago di Como, ancora una volta, ci mette la sua autorevole firma con due atleti che ai Mondiali 2019 a Linz in Austria, hanno ottenuto la qualificazione diretta delle rispettive imbarcazioni. Pietro Willy Ruta di Griante, nel doppio pesi leggeri con il sardo Stefano Oppo e Aisha Rocek di Como, nel due senza senior femminile con la torinese Kiri Tontodonati. Tra i dieci convocati che hanno già preso parte a una o più edizioni dei Giochi Olimpici, un “veterano” è Pietro Willy Ruta (Fiamme Oro), 34 anni il prossimo 6 agosto, alla sua terza Olimpiade consecutiva (Londra 2012, Rio 2016).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True