È un’Osteno pigliatutto sul Ceresio
Sei successi e il titolo del Comitato

Sono andati in scena i campionati lariani del sedile fisso

È un’Osteno pigliatutto sul Ceresio Sei successi e il titolo del Comitato
Una barca della Osteno in gara

Canottieri Osteno profeta in patria. La società del presidente Marzia Dolci oltre al successo organizzativo sulle acque di casa del lago di Lugano delle regate valevoli per l’assegnazione dei titoli del comitato sedile fisso Como/Lecco, si è imposta anche nella classifica generale e delle Jole.

Vittoria

Il Ceresio si è dimostrato pigliatutto, con Aldo Meda Cima, primo nell’Elba. Anche nel conteggio dei titoli intascati la Canottieri Osteno è in vetta con sei successi, davanti ad Aldo Meda Cima con cinque. Bene anche Carate Urio, che è la società più antica, datata 1895, con quattro ori. Due vittorie sono finite in casa del Plinio Torno e de La Sportiva Lezzeno. Un successo anche per Falco Rupe Nesso. A bocca asciutta Stella Laglio, Aurora Blevio e Centro remiero Lago di Pusiano.

Grande soddisfazione per il delegato del comitato Como/Lecco, Saverio Vaccani per «la perfetta organizzazione e per la partecipazione delle società, nonostante un concomitante impegno dello scorrevole». Le gare di Osteno sono servite anche per “scaldare i muscoli” per i tricolori in programma sabato e domenica prossimi sul lago di Comabbio.

Iniziamo dai 6 sigilli dell’Osteno. I padroni di casa si sono imposti nell’Elba Singolo Ragazzi con Thomas Pogliani e nel Singolo juniores femminile con Noemi Stanzani; nella Jole nel Singolo seniores maschile con Jacopo Pasini (timoniere Filippo Pidutti); nel Singolo juniores maschile con Nicolò Caminada (timoniere Davide Pidutti); nel Quattro di coppia Cadetti con Davide Pidutti, Jacopo Moretti, Matteo Pellegrino e Nicolò Pennacchini (timoniere Filippo Pidutti) e nel Due di coppia juniores maschile con Thomas Pogliani e Nicolò Caminada ((timoniere Filippo Pidutti).

Gli altri

Cinque i titoli provinciali per l’Aldo Meda Cima. Nell’Elba nel Singolo Cadetti con Leonardo Marcoaldi davanti alle due imbarcazioni del Plinio Torno; nel Due di coppia Ragazze con Elisa D’Agostino e Diletta Massar e nel Due di coppia juniores femminile con Lucrezia Mazza e Diletta Massar. Nella Jole oro nel Due di punta seniores maschile con Dario Botta e Pietro Mazza (timoniere Mara Bilt) e nel Due di coppia seniores con Dario Botta e Stefano Volontè (timoniere Mara Blit). Per quattro volte le imbarcazioni del Carate Urio hanno festeggiato. Tre nell’Elba nel Singolo Allieve con India Del Fante; nel Due di Coppia Allievi con Samuele Bertolini e Lorenzo Rusconi e nel Due di coppia Cadette con Melissa e Samantha Schincariol e una nella Jole nel Due di coppia Ragazzi con Marco Selva ed Angelo Boleso (timoniere Melissa Schincariol).

Due successi per Plinio Torno, entrambi nell’Elba (nel Singolo Allievi con Pietro Gozzi e nel Singolo seniores femminile con Monica Grassi) e La Sportiva Lezzeno (nell’Elba nel Due di coppia Allieve con Gaia Di Meo e Sofia Primavera e nella

Jole nel Due di coppia Master maschile con Emiliano Valli e Matteo Ciapparelli con timoniere Samuele Valli). Una sola vittoria, ma nel Quattro di coppia juniores maschile nella Jole per Falco Rupe Nesso con Luca Di Carlo, Samuel Vaccani, Thomas Turchetti, Riccardo Ferrari e timoniere Niccolò Caprani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}