Sette comaschi (e tre riserve)
Ecco l’Italremo per l’Europeo

Tutto pronto per l’avventura sul lago Malta a Poznan in Polonia

Sette comaschi (e tre riserve) Ecco l’Italremo per l’Europeo
Matteo Della Valle è all’esordio sull’otto

Sono sette i comaschi titolari e tre le riserve arrivati sul lago Malta a Poznan in Polonia con la nazionale azzurra per partecipare all’evento più importante della stagione remiera, i Campionati europei assoluti e pesi leggeri, da domani a domenica.

Del gruppo senior fanno parte Matteo Della Valle (Moltrasio) e Aisha Rocek (Carabinieri/Lario). Nei pesi leggeri scenderanno in lizza Pietro Willy Ruta (Fiamme Oro), Patrick Rocek e Arianna Noseda (Lario), Gabriel Soares (Marina Militare), Greta Martinelli (Tremezzina). Sono al seguito come riserve, invece, Davide Comini ( Moltrasio), Jacopo Frigerio (Lario), Giorgia Pelacchi (Fiamme Rosse- Lario).

Ma vediamo le destinazioni dei nostri, a cominciare dalle barche olimpiche. Matteo Della Valle è chiamato a un esordio sicuramente molto gratificante nell’otto senior, che nei progetti dei tecnici federali inizia un percorso di qualificazione olimpica per Tokyo l’anno prossimo, guardando però in prospettiva a Parigi 2024.

Con Della Valle sono in barca Alfonso Scalzone, Salvatore Monfrecola, Emanuele Gaetani Liseo, Aniello Sabbatino, Mario Paonessa, Davide Mumolo, Leonardo Pietra Caprina e il timoniere Enrico D’Aniello. Il compito dell’ammiraglia azzurra sarà tutt’altro che facile, dovendosi giocare il titolo con Germania, Lituania, Paesi Bassi e Romania.

Un’altra barca in cerca di qualificazione per i Giochi giapponesi è il quattro senza femminile, sulla preparazione del quale il capo settore Stefano Fraquelli ha puntato molto, sotto l’aspetto della qualità.

Punto di forza della barca è sicuramente Aisha Rocek, in equipaggio con Alessandra Patelli, Kiri Tontodonati e Chiara Ondoli. È una formazione nuova, rispetto a quella schierata ai Mondiali di Linz dell’anno scorso, dove non ottenne il pass olimpico e che ora vuole ripartire alla conquista del titolo continentale, guardando però anche alle qualificazioni dell’anno prossimo.

Il doppio pesi leggeri di Pietro Willy Ruta e Stefano Oppo, una macchina da medaglia, cerca l’ennesimo podio internazionale e scende in acqua non solo per difendere la medaglia d’argento continentale vinta nel 2019, ma con l’obiettivo di mettersi al collo l’oro.

Presenza di qualità comasca anche nelle barche non olimpiche. Parliamo dei due quadrupli pesi leggeri. Quello femminile è lo stesso che l’anno scorso ha vinto il campionato del mondo a Linz con Giulia Mignemi, Arianna Noseda, Greta Martinelli, Silvia Crosio e punta al bis.

Nel quattro di coppia leggero maschile, primo lo scorso anno in Svizzera, sono confermati Gabriel Soares e Catello Amarante, con l’inserimento di Patrick Rocec e Antonio Vicino.

Le gare, che si terranno senza pubblico nel rispetto delle normative anti-covid, prevedono venerdì batterie e recuperi, sabato semifinali e finali di consolazione, domenica finali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA