Sono cinque i lariani
più bravi d’Europa

A firma comasca i tre titoli (doppio, 4 di coppia maschile e femminile pl) vinti dall’Italia. Pesantissimo è l’argento al collo di Aisha Rocek

Sono cinque i lariani più bravi d’Europa

Sei comaschi su sette tornano dal lago Malta di Poznan in Polonia con la medaglia al collo, conquistata nelle finali di ieri dei campionati europei assoluti e pesi leggeri di canottaggio.

Non solo. I tre titoli europei vinti dall’Italia in Polonia sono tutti a firma comasca (doppio, quattro di coppia maschile e femminile pesi leggeri).

Nel dettaglio, sono cinque le medaglie d’oro individuali, a cominciare da quella di Pietro Willy Ruta (Fiamme Oro) nel doppio pesi leggeri, finalmente sul podio più alto dopo tanti secondi degli anni precedenti.

Poi c’è il poker comasco nelle barche non olimpiche, quattro di coppia pesi leggeri maschile di Patrick Rocek (Lario) e Gabriel Soares (Marina Militare) e femminile di Arianna Noseda (Lario) e Greta Martinelli (Tremezzina).

Pesantissimo è l’argento di Aisha Rocek (Carabinieri/Lario) nel quattro senza senior, per il valore in sé e soprattutto perché certifica una barca in grado di conquistare, il prossimo maggio a Lucerna, il pass olimpico negli ultimi due posti ancora disponibili.

Sfiora il podio con il quarto posto, invece, la nuova e giovanissima ammiraglia azzurra con Matteo Della Valle (Moltrasio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA