Cantù, Gerasimenko dà a Popov il via libera per trattare la cessione
Roman Popov, ad della Pallacanestro Cantù (Foto by Butti)

Cantù, Gerasimenko dà a Popov
il via libera per trattare la cessione

Svolta nella crisi societaria della storica società: da oggi ci si muove

Dopo aver ristabilito i contatti, l’uomo del monte ha detto sì. Dal suo misterioso rifugio, infatti, Dmitry Gerasimenko è tornato a farsi vivo con la parte della società che frequenta la sede di Cermenate per trasmettere il proprio ok a Roman Popov, suo connazionale nonché amministratore unico del club, a condurre le trattative per l’eventuale cessione della Pallacanestro Cantù.

Da oggi, dunque, il dirigente russo - l’unico ad avere il potere di firma - potrà formalmente trattare con coloro i quali stanno mostrando interesse a scalare la proprietà.

Su tutti, al momento, la cordata abruzzese che fa capo a Gabriele Marchesani 48 anni, imprenditore di Chieti, titolare dell’Europa Ovini nonché sponsor e presidente della Teate Basket di serie B, presidente onorario della Nippo Vini Fantini-Europa Ovini di ciclismo e top sponsor del Pescara Calcio in serie B.


© RIPRODUZIONE RISERVATA