Cappellini-Lanotte sul podio  Brilla il bronzo nel Grand Prix
La comasca Anna Cappellini e il milanese Luca Lanotte

Cappellini-Lanotte sul podio

Brilla il bronzo nel Grand Prix

In Giappone la medaglia d’argento è sfumata di un nulla. Il punteggio finale ottenuto da Anna e Luca va a sfiorare il record italiano

È stato un arrivo al fotofinish in cui purtroppo alla comasca Anna Cappellini e al compagno Luca Lanotte è mancato il guizzo finale per sopravanzare gli statunitensi Madison Hubbell / Zachary Donohue nella conquista del secondo posto della quarta tappa di Grand Prix di pattinaggio di figura su ghiaccio, sulla pista di Osaka in Giappone.

Terzo posto, quindi, per la coppia azzurra: pronostici rispettati in pieno, nessuna sorpresa per il podio: la vittoria nella danza non è sfuggita ai canadesi Tessa Virtue/Scott Moir (punti 198,72) che con questo successo inanellano il loro tredicesimo successo nelle tappe di Grand Prix e accedono alla finale con il ruolo di favoriti per la conquista della medaglia d’oro.

La lotta per il secondo posto ha visto Anna e Luca uscirne sconfitti per meno di due punti: ai 35 centesimi di ritardo della short dance si sono infatti aggiunti 1,35 punti accusati nella classifica della free dance che ha concluso la gara giapponese.

Anna Cappellini e Luca Lanotte hanno presentato la loro nuova free dance sulle musiche de “La vita è bella” di Nicola Piovani - colonna sonora del film premio Oscar diretto e interpretato da Roberto Benigni - pattinando un programma stilisticamente più classico rispetto alla short dance, concedendo al pubblico emozioni e brividi, realizzando elementi di buon livello, in particolar modo nel caso dei sollevamenti e nella serie di twizzles, come al solito molto ben eseguiti. Solido e convincente il programma dei due statunitensi.

Il punteggio finale ottenuto da Anna e Luca (186.56) va a sfiorare il loro primato personale nonché record italiano (186,64) e questo è comunque indicativo di un’ottima condizione atletica, oltre che un buon segnale indizio in vista soprattutto del prossimo impegno di Grand Prix, previsto a Lake Placid tra due settimane, tappa fondamentale per ottenere il ticket per la finale di Nagano del prossimo dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA