Carta dei doveri del genitore Un convegno del Panathlon
Achille Mojoli (a sinistra) e Patrizio Pintus

Carta dei doveri del genitore
Un convegno del Panathlon

Appuntamento martedì a Villa Gallia con relatori d’eccezione

Il Panathlon International ha stilato una “Carta dei doveri del genitore nello sport”. Attraverso dieci punti cardine, si prescrive quello che ogni papà o mamma di giovane sportivo dovrebbe fare seguendo il proprio figlio.

I fondamentali della carta sono innanzitutto per il rispetto delle scelte sportive del figlio, senza forzature nei confronti degli allenatori cercando in qualsiasi maniera di fare arrivare i propri eredi a traguardi impossibili.

Martedì alle 20,45, a Villa Gallia in via Borgovico, si terrà un convegno organizzato dal Panathlon di Como, dove la tematica al centro della discussione sarà proprio come insegnare ai genitori dei giovani l’etica comportamentale nello sport.

Dopo la presentazione e introduzione della serata da parte del presidente Achille Mojoli, che ha preso molto a cuore questa iniziativa, sarà la volta di tre relatori chiamati ad intervenire. Sergio Borghi, responsabile tecnico programma giovani della Pallacanestro Cantù, parlerà della problematica in oggetto nel mondo del basket.

Sarà poi la volta del pedagogista dello sport Samuele Robbioni, già intervenuto in precedenza sul quotidiano La Provincia parlando della stessa tematica. Interverrà anche Maria Chiara Crippa quale psicologa dello sport.

Moderatore della serata non poteva essere che un esperto come lo psicologo dello sport Patrizio Pintus, presidente del Panathlon fino allo scorso anno e ora coinvolto direttamente nella tematica della serata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA