Sopralluogo sulla Gran Fondo

L’arrivo sarà fuori città?

La manifestazione per amatori che si disputa il giorno dopo la grande corsa a tappe per professionisti, tornata in auge dopo lo stop di anni fa

Sopralluogo sulla Gran Fondo L’arrivo sarà fuori città?
Como piazza Cavour partenza della Gran Fondo di Ciclismo gara non competitiva
(Foto di Andrea Butti)

Ieri, con largo anticipo sulla data del prossimo ottobre, è stato effettuato un primo sopralluogo di Rcs e degli organizzatori locali sul tracciato della prossima Gran Fondo Lombardia di ciclismo. La manifestazione per amatori che si disputa il giorno dopo la grande corsa a tappe per professionisti, tornata in auge dopo lo stop di anni fa. La presenza degli organizzatori sul luogo è già una notizia significativa: vuol dire che le polemiche scaturite dall’ultima edizione, sotto il profilo della sicurezza, non hanno bagnato le polveri dell’entusiasmo per una location da favola. La Gran Fondo di Como può e deve diventare un evento a metà tra lo sport e il turismo, aveva dichiarato Rcs lo scorso autunno, e gli obiettivi non cambiano. Semmai c’è da registrare qualcosa a livello di logistica. Di qui la visita di ieri. Una delle idee sul tavolo (già lo scorso ottobre) è quella di partire ancora da Como, sì (all’alba non si dà fastidio a nessuno) ma terminare la corsa fuori città, magari con un affascinante arrivo il salita. Sul Ghisallo, ad esempio. O più facilmente, a Civiglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}