Cinghia rotta, per Cappellini inizia male il Gp di Dubai

Cinghia rotta, per Cappellini
inizia male il Gp di Dubai

Proprio quando stava lottando per il podio, un inconveniente meccanico l’ha tolto di scena al sesto giro

Gara sfortunata per Guido Cappellini, in apertura del Gran Premio di Abu Dhabi, ultima e perciò decisiva tappa del campionato del mondo di Classe 1 Offshore.

Dopo aver ottenuto il terzo tempo nelle qualifiche, il comasco dieci volte campione del mondo di F1 inshore al timone e il russo Mikhail Kitashev alle manette del gas di Poliform 74, hanno tenuto egregiamente le posizioni sulla scia dei leader della gara, i dubaiani del Victory, Arif Al Zaffain e Nadir Bin Hendi.

Il catamarano del comasco è arrivato persino in seconda posizione. Ma al sesto giro, purtroppo il colpo di scena. La rottura della cinghia della pompa dell’acqua, infatti, ha mandato fuori causa il catamarano di Cappellini-Kitashev.

La vittoria è arrisa al Victory di Arif Al Zaffain e Nadir Bin Hendi , coppia che praticamente ipoteca il proprio quinto titolo mondiale consecutivo.

Oggi Gara 2 rappresenta l’ultima occasione per i restanti gradini del podio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA