Como avanti di rigore   in Coppa Italia
Il rigore decisivo ai fini della qualificazione al turno successivo di Coppa Italia trasformato da Bova (Foto by foto fabrizio cusa)

Como avanti di rigore

in Coppa Italia

Dopo il 2-2 nei regolamentari, gli azzurri si guadagnano il passaggio del turno grazie ai tiri dal dischetto,I giocatori hanno risposto con molto impegno e intensità. Si torna in campo già domenica, contro la Pro Patria

COMO 8
OLGINATESE 7

dopo i calci di rigore (2-2 al 90’)

Reti: nel pt al 20’ Sentinelli su rig., al 44’ Caputo; nel st al 36’ Cicconi, al 46’ Canalini.

Como (4-2-3-1): Kucich; Morelli, Anelli, Sentinelli, Bova; Bonaiti (dal 28’ st Fusi), Bovolon; Cicconi, Molino, Manfrè, Bradaschia. (Cesaroni, Valsecchi, Gentile, Manti). All. Andreucci.

Olginatese (3-5-2): Iali, Fabiani, Narducci, Carlone (dal 43’ st Frigerio); Esposito, Todeschini (dal 28’ st Spinelli), Calviello, Nasatti (dal 36’ st Longhi), Caputo (dal 30’ st Nardi); Canalini, Mangiarotti. (Festinese, Montrasio, Calloni, Passoni, Sica). All. Arioli.

Arbitro: Biffi di Treviglio

Note - Spett. 800 circa. Esp. al 42’ st Calviello per doppia amm., al 31° l’allenatore in seconda del Como Cau. Amm. Sentinelli, Nasatti, Calviello, Mangiarotti. Angoli 6-4.Sequenza rigori: Narducci parato, Sentinelli gol, Mangiarotti gol, Molino parato, Canalini gol, Cicconi sbagliato; Spinelli gol, Bradaschia gol, Esposito parato, Bovolon gol, Fabiani gol, Fusi gol, Suardi gol, Anelli gol, Longhi parato, Bova gol.

L’avvio di stagione è emozionante. Il Como si guadagna il passaggio al turno successivo di Coppa Italia dopo una lunga sequenza di calci di rigore. Ma per arrivare sino a lì passa attraverso una partita che, considerato il breve periodo di preparazione e la necessità di trovare un’intesa di squadra, ha regalato anche cose buone.

Davanti a un pubblico praticamente tutto comasco, con diverse centinaia di tifosi che hanno incitato dall’inizio alla fine la squadra, i giocatori di Andreucci hanno risposto con molto impegno e intensità, considerata anche la giornata calda.

Certo, manca ancora qualcosa a questo Como. In primis, un vero bomber.

La lunga sequenza di rigori finali ha compensato la non enorme quantità di tiri a rete, da entrambe le parti. Nel primo tempo quasi solo i due gol, su rigore segnato da Sentinelli la prima rete del Como: il tiro dal dischetto è stato concesso per un fallo commesso su Molino.

Intensa la ripresa, all’8’ Bova trova il gol di testa grazie a una palla di Molino, ma è in fuorigioco. Il Como prova a spingere, buono anche il gioco di Bradaschia, decisamente più uomo di movimento che bomber.

il secondo gol del Como arriva da un movimento sulla destra di Bradaschia, palla per Morelli che impegna da molto vicino il portiere, sulla respinta da posizione più centrale, Cicconi segna con un gran tiro.

Mea culpa per aver lasciato pareggiare l’Olginatese a pochi secondi dalla fine, Canalini in area riesce a ingannare tutti, Kucich compreso. Ma i rigori premiano il Como.

Si torna in campo già domenica, contro la Pro Patria, alle 16 sul campo di Carate Brianza. E si può sorridere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA