Como Nuoto, è l’ora di reagire Prova di maturità in trasferta
Paolo Venturelli, tecnico della Como Nuoto (Foto by Cusa)

Como Nuoto, è l’ora di reagire
Prova di maturità in trasferta

Impegno oggi a Civitavecchia per una squadra reduce dalla sconfitta alla prima di campionati con Brescia

Il concetto di “partenza falsa” non si addice alla situazione della Como Nuoto. Perchè la sconfitta casalinga rimediata all’esordio sette giorni fa in casa ma a Milano contro Brescia (7-8), non può essere definita in quei termini.

Oggi la Como Nuoto affronta la trasferta più lunga della stagione: sono oltre cinquecento i chilometri che separano il capoluogo lariano da Civitavecchia, dove i laziali attendono col coltello tra i denti i biancoazzurri. Alle ore 15 avrà inizio il match tra due squadre che stanno attraversando momenti differenti, fisicamente e psicologicamente.

La Nuoto Club Civitavecchia ha sbancato Ancona all’esordio col lo stesso punteggio del derby lombardo (7-8) ed ha mostrato di essersi già perfettamente calata nella nuova realtà. Mancava da diverse stagioni dal girone Nord, la squadra allenata dallo storico coach Pagliarini.

Gennari, bloccato da un problema di tesseramento, sarà finalmente a disposizione di Venturelli per il suo esordio in serie A2.


© RIPRODUZIONE RISERVATA