Como Nuoto, tonfo a Brescia  Pallanuoto Como ko Ancona
Emilio Pagani (Como Nuoto) (Foto by Fabrizio Cusa)

Como Nuoto, tonfo a Brescia

Pallanuoto Como ko Ancona

Sconfitta per 12-7: espulso il capitano Pagani. Anche la squadra di Dato parte male come i “cugini” : 5-0 , poi perderà 10-5

BRESCIA WATERPOLO – COMO NUOTO 12 – 7

BRESCIA WP: Voltolini, Scropetta (1), Zugni (2), Lambruschi (1), Maitini (5), Lanfranco, Curzi, Di Rocco )3), Sekulic, Tononi, Duini, Betturini. All.: Sussarello.

COMO NUOTO: Foti, Pagani (1), Beretta (1), Noseda, Todarello, Gavazzi, Mandaglio (2), Lava, Pellegatta (2, 1 su rigore), Cantaluppi (1), Fusi, Trombetta. All.: Rota.

Arbitro: Romolini.

NOTE: parziali: 5-0, 2-3, 3-1, 2-2. Sup.num.: Brescia WP 1 su 6, Como Nuoto 1 su 6. Esp.def. con sostituzione per brutalità per Pagani (CN) a 5’50” del t.t.. Spettatori: 100 circa.

Chi a Brescia esordisce, a Brescia perisce. Nel caso specifico, per 12-7. E’ il caso di Lorenzo Garancini, portiere della Como Nuoto, che l’anno scorso rilevò Oliva tra i pali nel match di serie A/1 a causa di un malore del titolare. Divenuto a sua volta titolare quest’anno in serie B, stavolta è stato Garancini a dover marcar visita e a consentire l’esordio assoluto dal primo minuto al diciottenne Marco Trombetta. L’assenza del numero uno comasco non può costituire un alibi, la sconfitta con Brescia è netta e brutta. Il capitano, Emilio Pagani espulso: ha colpito un avversario in modo abbastanza plateale, costringendo l’arbitro ad espellerlo definitivamente. Il direttore sportivo Alessandro Zappa afferma di non aver per nulla gradito la prestazione della squadra, entrata in acqua con un atteggiamento sbagliato, troppo remissivo. Su Pagani si è detto contrario al pagamento di una sanzione pur di riaverlo in acqua.

VELA NUOTO ANCONA – PALLANUOTO COMO 10 – 5

VELA NUOTO ANCONA: Santini, Pieroni (2), Castriota (1), Pantaloni (3), Baldinelli, Delle Monache, Simo (1), Di Palma, Pugnaloni, Bartolucci (2), Sabatini (1), Cesini, Alessandrelli. All.: Pace.

PALLANUOTO COMO: Introzzi, Crivellin, Bulgheroni (1), Susak (1), Tedeschi, Bettineschi (1), Colombara (2), Dato, Spalenza, Troncarelli, Pitic, Pozzi, De Nicola. All.: Trumbic.

Arbitro: Franceschini.

NOTE: parziali: 4-0, 2-1, 2-1, 2-3. Superiorità numeriche: Vela Nuoto Ancona 4 su 12, Pallanuoto Como 2 su 7. Espulsione definitiva con sostituzione per Crivellin (PN CO) e Sabatini (AN) nel quarto tempo. Spettatori: 150 circa.

E’ difficile uscire indenni dalla piscina del Passetto di Ancona. Anche la Pallanuoto Como, a sue spese, ora lo sa. Un approccio non ideale alla sfida contro i secondi in classifica costa un parziale pesantissimo: ad inizio seconda ripresa, il tabellone segna 5 a 0 per i padroni di casa. Però la squadra comasca non si perde d’animo, si rimbocca le maniche virtuali ed intraprende un’azione costante di recupero, che porta ad un piccolo ma significativo restringimento del divario. Ancona perde qualche sicurezza, ma acquista diverse occasioni in superiorità numerica, merito se così si può dire di una direzione di gara molto generosa verso i padroni di casa. Ancona conclude in bellezza, la Pallanuoto Como torna sul Lario sconfitta ma con qualche motivo per non disperarsi. Il centro-boa Colombara commenta: « Mi è piaciuta la compattezza della squadra: peccato per quella partenza, decisamente brutta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA