Como, un esame “vero”  contro la Pro Patria di Le Noci
Un grande ex della partita: Le Noci (Foto by Cusa)

Como, un esame “vero”

contro la Pro Patria di Le Noci

Mister Andreucci: «Affrontiamo una squadra che punta in alto, per noi sarà una verifica importante»

Il Como ci riprova. Battuta l’Olginatese nel turno preliminare, oggi alle 16 gli azzurri affrontano a Carate Brianza la Pro Patria per il primo turno di Coppa Italia serie D.

Si alza l’asticella, perché la formazione bustocca si presenterà quasi al completo e sarà sicuramente tra le protagoniste del girone B (in attacco schiera l’ex Le Noci). Una partita più impegnativa, con il Como che si presenta con due novità di mercato: il centrocampista Daniel Gemignani e dell’esterno difensivo Ciro Loreto. Perfezionato anche il loro tesseramento: entrambi sono quindi disponibili e possono essere eventualmente utilizzati oggi in Coppa. V

entitre anni, Gemignani è stato un avversario del Como la scorsa stagione: era al Pontedera, è un centrale di centrocampo e non è stato un comprimario, avendo collezionato 27 presenze in campionato. Loreto arriva invece dalla Cavese, è un mancino ed è un terzino che risponde alle esigenze del Como, essendo un ’98, una delle annate che “pesano” nell’ottica dell’obbligatorietà dei giovani in campo.

Due rinforzi che certamente servivano e che anticipano anche l’arrivo in attacco: domani sarà probabilmente annunciato anche l’esterno d’attacco Nicola Petrilli, giocatore che il Como sta inseguendo da settimane e che sembra essersi convinto dell’offerta del Como.

Intanto, il tecnico Antonio Andreucci pensa al campo e alla squadra da schierare. La formazione dovrebbe ricalcare quella di Seregno contro l’Olginatese, ma non sono escluse un paio di variazioni. Non è nemmeno da escludersi il debutto dei nuovi arrivati.

Abbottonatissimo, mister Andreucci si aspetta comunque delle risposte: «Sarà sulla carta una partita più difficile rispetto a quella di mercoledì, perché la qualità della Pro Patria, specialmente in attacco, è davvero elevata. Per noi sarà un ottimo allenamento per verificare come stiamo, il livello di forma e cosa ancora ci manca. Non dimentichiamoci però che ci alleniamo insieme da soli quindici giorni, qualche problema è naturale che possa venire a galla».

Per chi non sarà a Carate Brianza, sarà disponibile sul nostro sito la cronaca web della partita con aggiornamenti in tempo reale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA