Corsa in montagna tricolore  Puppi cerca il bis nella Verticale
Francesco Puppi

Corsa in montagna tricolore

Puppi cerca il bis nella Verticale

Sabato e domenica due giornate “pazzesche”, in palio anche il titolo delle Lunghe distanze (20 chilometri)

Due giornate pazzesche a Casto (Brescia). Nella località della Valsabbia si ritroveranno, sabato e domenica, i più grandi specialisti italiani della corsa in montagna - con la “spruzzata” di qualche pezzo da novanta straniero, come Petro Mamu e Jonathan Wyatt – per la disputa dei tricolori del Kilometro verticale e delle Lunghe distanze. Al via anche la pattuglia comasca che punta ad essere protagonista.

Si inizia sabato con la caccia al titolo del kilometro Verticale: 4.200 metri di sviluppo per salire di 1.000 metri esatti, dalla piazzetta del Municipio di Casto alla croce della Corna di Savallo. Con Francesco Puppi che tenterà di bissare il successo dell’anno scorso.

Ma il ventiquattrenne guanzatese dovrà guardarsi da Tommaso Vaccina (campione nel 2014), Gerd Frick, Luca Cagnati, Jonathan Wyatt, Marco De Gasperi e Bernard Dematteis. Senza dimenticare gli outsider e l’altro comasco Fabio Ruga. In gara anche il classe 50 Antonello Bolla dell’Atletica Centro Lario.

Nel femminile allo stropotere dell’inglese Emmie Collinge (che recentemente ha vinto anche il Briganti a San Siro) si opporrà un quartetto comasco con Valentina Belotti, Ivana Iozzia, Ilaria Bianchi e Gloria Giudici. Senza dimenticare Elisa Desco, Samantha Galassi, Alice Gaggi e Antonella Confortola.

Domenica spazio alla 20 chilometri internazionale che vale anche come selezione per la squadra azzurra ai mondiali di Lunghe distanze. Nel maschile tutti all’inseguimento per la vittoria dell’eritreo Mamu. Per il tricolore invece occhi puntati su Xavier Chevrier, Martin Dematteis, Alex Baldaccini, Alessandro Rambaldini. Posso fare la voce grossa i comaschi stakanovisti Puppi e Ruga, oltre ad Emanuele Manzi.

Nel femminile in corsa per il titolo è Ivana Iozzia (anche se avrà nelle gambe il Vertical del giorno prima). Da podio Ilaria Bianchi e attenzione a Gloria Giudici, anche loro al bis ravvicinato. Alice Gaggi,Sara Bottarelli e Debora Cardone non staranno a guardare.

Ma il trofeo Nasego dirà anche chi farà parte della squadra che il 18 giugno andrà a Podbrdo in Slovenia per il mondiale. Manzi ha già il biglietto in mano; Ruga e Ilaria Bianchi hanno fatto bene nella prima selezione; Puppi ha le carte in regola anche se potrebbe essere dirottato verso l’europeo “tradizionale” ad Arco di Trento del 2 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA