Dakar, a Cerutti   addebitano un’ora in più
Jacopo Cerutti sul palco di Lima

Dakar, a Cerutti

addebitano un’ora in più

Si è corsa in terra peruviana la prima tappa: il comasco conteggiato al 128° posto, ma sarebbe 24°.

Ci sono stati problemi al servizio di controllo dei tempi della prima tappa alla Dakar, ecco perché alcuni risultati sono arrivati in ritardo, e tra questi anche quello ottenuto dal nostro portacolori Jacopo Cerutti. Il pilota comasco, infatti, in un primo momento è stato dato nella classifica di tappa al 128° posto con oltre un’ora di ritardo dal vincitore di tappa lo spagnolo della Honda Barreda, tra i favoriti di questa edizione. Ma evidentemente le cose non stavano così perché il lariano sapeva di non aver accusato “extra time” nella prima prova cronometrata quindi il tempo esposto andava ovviamente corretto.

«Sono tranquillo - ha detto Cerutti subito dopo aver terminato la tappa di Pisco alla mamma grazie a internet-; ho guidato tranquillo e al tempo che mi hanno assegnato bisogna togliere un’ora e quindi in classifica generale sarei attorno alla 24a posizione. Ma fin quando non ci sarà la correzione, il piazzamento preciso non lo sapremo. La moto è andata decisamente bene, mi sono subito trovato a mio agio anche perché il vero test l’ho fatto in questa prima frazione. Non mi sono preso rischi né tantomeno ho forzato l’andatura perché la gara è molto, molto lunga, ma sono soddisfatto di come è cominciata».


© RIPRODUZIONE RISERVATA