Disastro Hockey Como Adesso è ultimo e rischia
Hockey Como in grande difficoltà (Foto by Butti)

Disastro Hockey Como
Adesso è ultimo e rischia

Biancazzurri sconfitti nello scontro diretto con l’Ora, retrocessione più vicina

E adesso la retrocessione è più che un'opzione. Como perde 3-2 lo scontro diretto in casa dell'Ora e vede allontanarsi la permanenza nell'Italian hockey league. I biancoblù hanno pagato a caro prezzo l'avvio di contesa, quanto meno distratto. Nei primi 111" gli alto-atesini riescono a bucare, per due volte, la rete difesa da Tesini.

I ragazzi di coach Petr Malkov avrebbero l'opportunità di riaprire subito lo scontro, ma non riescono a sfruttare le cinque superiorità numeriche consecutive. I padroni di casa invece concretizzano il primo power play, per portare a tre il bottino, in avvio del secondo periodo. Mattia Meneghini, con assist di Andrea Ricca, finalmente riesce a far produrre l'uomo in più e riduce le distanze.

La partita diventa nervosa e piovono le penalità, per entrambe le squadre con Obexer e Formentini che finiscono, assieme sulla panchina dei cattivi, per 5 minuti per Fighting. Si arriva così al periodo decisivo con Mattia Meneghini che, con l'assistenza di capitan Filippo Ambrosoli, sigla la doppietta personale, ma soprattutto riaccende le speranze comasche. L'Ora vacilla, anche se diventa più attenta nelle infrazioni. La sirena fa sprofondare i biancoblù all'ultimo posto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA