Fondi per le società sportive  Il bando “È di nuovo sport”
Aiuti per lo sport

Fondi per le società sportive

Il bando “È di nuovo sport”

Raddoppia la cifra a disposizione: da un milione e sei a oltre tre milioni.

Arrivano i fondi a favore delle società sportive lombarde. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore allo Sport e giovani Martina Cambiaghi e in collaborazione con Fondazione Cariplo, ha infatti approvato il bando “È di nuovo Sport”. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 3.785.369 euro, di cui 2.785.369 euro a carico di Regione Lombardia e 1 milione di euro a carico di Fondazione Cariplo. L’obiettivo è salvaguardare il diritto allo sport, valorizzando le associazioni e società sportive dilettantistiche quale parte integrante e fondamentale della comunità.

Il bando raddoppia ampiamente la dotazione finanziaria a disposizione della società sportive lombarde, passando da 1,6 milioni degli scorsi anni a 3,7 milioni del 2020. «Il bando – ha spiegato l’assessore Cambiaghi – intende sostenere il rilancio di tutto il sistema sportivo lombardo, la cui operatività è stata duramente colpita dalla emergenza sanitaria Covid-19. Un obiettivo raggiunto grazie anche alla forte sinergia con Fondazione Cariplo, che ha accolto la proposta di fare un’iniziativa a quattro mani in favore dello sport, stanziando un milione di euro».

Le risorse saranno disponibili per le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche (Asd e Ssd) senza scopo di lucro iscritte al registro Coni o sezione parallela Cip e con sede legale o operativa in Regione Lombardia e per i comitati e le delegazioni regionali della Lombardia di Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva, riconosciuti dal Coni o dal Cip (Comitato Italiano Paralimpico).

Nell’edizione 2020 saranno comprese sia le spese ordinarie sostenute dalle società sportive che quelle legate all’emergenza sanitaria. Il contributo concesso sarà pari al massimo al 70% delle spese ammissibili e andrà da un minimo di 6 mila euro a un massimo di 10 mila euro. Le domande di contributo devono comprendere spese riferite al periodo compreso tra l’1 settembre 2019 e il 15 settembre 2020.


© RIPRODUZIONE RISERVATA