Gallo: «Siamo partiti male,   poi ho visto un grande Como»
Fabio Gallo a Meda contro il Renate (Foto by Cusa)

Gallo: «Siamo partiti male,

poi ho visto un grande Como»

Il commentto dell’allenatore dopo la vittoria con il Renate. «Crispino titolare? Zanotti non era al meglio». «Sesto posto? Ci crediamo ancora di più»

Alla termine della partita vinta a Meda con il Renate (0-2) mister Fabio Gallo e il ds Gianluca Andrissi fanno due conti in ottica playoff, poi arriva la sentenza dell’allenatore: «A questo punto, non ho preferenze: si va a “fare la guerra” a chiunque, in casa o fuori». Poi spiega meglio: «Abbiamo l’obbligo di vincere ancora per sperare nel vantaggio della partita in casa nei playoff. Abbiamo raggiunto il Piacenza e siamo a -2 dalla Giana: faremo il massimo per allenarci per i playoff, il che vuol dire battere la Viterbese. E credo che ora, le altre squadre, qualche pensiero ce lo facciano: anche oggi abbiamo spinto come sempre per vincere».

E non è stato semplicissimo avere la meglio sul Renate, anzi: «All’inizio sembravamo addormentati: ho chiesto a Fietta se stavamo aspettando il loro gol e avremmo anche meritato di prenderlo. Non eravamo in partita, poi sono bastate un paio di occasioni e il gol per rimetterci a posto. E nel secondo tempo ho rivisto un grande Como, abbiamo giocato da squadra forte, organizzata, mettendo nelle condizioni il Renate di non creare più nulla».

Una partita che ha visto il ritorno in porta Crispino dopo cinque mesi: «Zanotti ha avuto un problema al collaterale nella rifinitura di venerdì. Abbiamo preferito non rischiare, consapevoli che Crispino stava benissimo. E, anche in questa occasione, ha dimostrato tutto il suo valore: è un ragazzo e un professionista serissimo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA