Già tutte a casa le teste di serie  Il “Città di Como” delle sorprese
La “carovana” del tennis lascia Villa Olmo per trasferirsi all’Uso Mariano

Già tutte a casa le teste di serie

Il “Città di Como” delle sorprese

La pioggia ha costretto al trasferimento nella struttura al coperto di Mariano Comense. Sconfitto l’argentino Londero ma soprattutto Klizan, il favorito numero 1. Oggi semifinali e finali.

Pioggia protagonista anche ieri al Challenger Atp “Città di Como”. Dopo ore di attesa, con le precipitazioni che non accennavano a placarsi, gli organizzatori hanno deciso di trasferire l’intero carrozzone del torneo (arbitri, giudici di linea, ball boys, supervisor dell’Atp, staff e ovviamente i giocatori) sui campi coperti del Tennis Club Mariano Uso. I quarti, che avrebbero dovuto disputarsi venerdì, sono quindi stati portati a termine solo ieri pomeriggio sulla terra rossa indoor. Le semifinali e le finali torneranno invece oggi regolarmente (tempo permettendo) a Villa Olmo.

Mentre Matteo Donati, l’unico a raggiungere la semifinale già venerdì, si allenava al Tennis Como, Salvatore Caruso lottava per raggiungerlo a una ventina di chilometri di distanza. Di fronte all’argentino Facundo Arguello, partito dalle qualificazioni, l’azzurro ha vinto agevolmente il primo parziale per 6-2 ed è poi scappato 2-0 nel secondo set.

Un passaggio a vuoto costava al siciliano quattro giochi consecutivi (2-4) ma Caruso si riprendeva in tempo passando 5-4. Ancora parità sul 5-5 e break per Arguello che serviva per il set venendo però nuovamente ripreso (6-6). Al tie break Caruso non sbagliava più e conquistava una semifinale tutta azzurra con Donati. In finale al Challenger di Como, per il terzo anno consecutivo, ci sarà dunque un italiano.

Ma la giornata di ieri è stata quella della “caduta degli dei”, delle ultime teste di serie rimaste in gioco. Soprattutto del numero 1, il grande favorito della vigilia, Martin Klizan. Lo slovacco, numero 71 dell’Atp, vincitore a inizio agosto del torneo di Kitzbuhel, si è arreso al croato d’Italia Viktor Galovic.

Match ripreso - dopo l’interruzione per pioggia di venerdì - dal 5-4 Galovic e 30-30. Il primo set è arrivato al tie break ed è stato giocato punto a punto (8-6 per il croato). Nella seconda frazione invece Klizan ha lasciato strada all’avversario non sfruttando due palle break sul 3-0 che avrebbero potuto riaprire la contesa per poi cedere 6-0. Dopo di lui, a finire al tappeto è stata anche l’ultima testa di serie in tabellone, l’argentino Juan Ignacio Londero che si è arreso - in un derby tutto sudamericano - al cileno Christian Garin.

Queste dunque le semifinali del Challenger Atp “Città di Como”, in campo in mattinata a Villa Olmo: nella parte alta del tabellone di sfideranno il croato Viktor Galovic e il 22enne Christian Garin. Nella parte bassa Matteo Donati e Salvatore Caruso.

Il programma odierno: alle 11 si disputano le semifinali di singolare Donati-Caruso e Galovic-Garin, finalissima alle 16 e, a seguire la finale di doppio, tutti gli aggiornamenti ed eventuali variazioni sulla pagina Facebook del Tennis Como.

© RIPRODUZIONE RISERVATA