Il canottaggio guarda a Tokyo 2020  Otto comaschi convocati a Sabaudia
Da sinistra Elisa Mondelli e Ludovica Braglia, già nel 2014 erano lanciatissime (Foto by Gianfranco Casnati)

Il canottaggio guarda a Tokyo 2020

Otto comaschi convocati a Sabaudia

Primo Raduno Nazionale Valutativo promosso dal dt azzurro Cattaneo

Sono otto gli atleti comaschi chiamati ai nastri di partenza del nuovo percorso olimpico per Tokio 2020. Dalle 18.30 di mercoledì sino al termine dell’allenamento del mattino di mercoledì 25 gennaio, si svolgerà a Sabaudia il primo Raduno Nazionale Valutativo “Tokyo2020” riservato alle categorie Senior, Pesi Leggeri e U23 maschili e femminili. Al collegiale il direttore tecnico Francesco Cattaneo ha convocato 52 atleti (34 maschi e 18 femmine), che affronteranno i test sia al remoergometro, sia in acqua.

Otto i comaschi convocati. Nel gruppo senior ci sono Andrea Panizza, Giorgia Pelacchi, Aisha Rocek (Lario), Filippo Mondelli, Ludovica Braglia, Elisa Mondelli (Moltrasio). Nei pesi leggeri Pietro Willy Ruta ( Fiamme Oro) e Nicole Sala (Lario).

Riguardo ai pesi leggeri pende la spada di Damocle sul quattro senza maschile, quarto con il capovoga Ruta a Rio 2016, che rischia di essere escluso, per lasciare il posto ad un altro equipaggio femminile (attualmente l’unica barca olimpica donne è il doppio). L’eliminazione del 4 senza maschile dalle programma olimpico di Tokyo 2020 pare ormai certa. Resta da capire se sarà quello leggero, lasciando spazio al 4 senza senior femminile, o quello pesante, per far posto al 4 senza PL femminile.Si attende la decisione definitiva dal CIO per il prossimo mese di febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA