Il messaggio della Fidal di Como «I tesserati lo sappiano: ci siamo»
Katia Arrighi, delegata Coni, e il presidente Giampaolo Riva

Il messaggio della Fidal di Como
«I tesserati lo sappiano: ci siamo»

Non solo le festività pasquale nell’augurio del presidente provinciale Riva

«Quando tutto sarà passato siamo certi che saremo più forti. Nel frattempo, insieme a tutto il Consiglio Provinciale, auguro una Buona Pasqua». Si conclude così il messaggio inviato da Giampaolo Riva, presidente del comitato Fidal Como/Lecco a tutte le società, agli atleti, ai dirigenti e ai giudici.

Un messaggio particolare, in un momento particolare, come sottolinea il massimo dirigente dell’atletica provinciale. «L’atletica non si ferma, come recita uno degli hashtag lanciati per l’emergenza #distantimauniti - scrive Riva -. Sono tanti gli atleti, giovani e non, che continuano anche a casa gli allenamenti, adattando camerette, soggiorni e terrazzi alle loro esigenze, come mostrano i tanti post inviati e pubblicati sui social delle nostre società». 

Riva lancia anche un appello ad avere fiducia e pazienza. «Speriamo che torni la serenità, così come la normalità nella vita sui nostri campi di gara e allenamento - dice -. Ci mancano gli atleti e i loro allenatori, i genitori, ci mancano le gare. Vogliamo far sapere ai nostri tesserati, e alle loro famiglie, che noi ci siamo, la Fidal Como/Lecco c’è, siamo vicini a tutti voi, così come a chi sta combattendo contro il virus, con un pensiero particolare a chi non ce l’ha fatta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA