In arrivo l’ultimo gioiello  firmato Tullio Abbate
Da sinistra; Giancarlo Ge, Vincenzo Iaconianni, Tullio Abbate e Luca Zerbini in occasione dell’incontro preparatorio alla Centomiglia

In arrivo l’ultimo gioiello

firmato Tullio Abbate

La barca da corsa esordirà in una nuova categoria dell’Endurance

Novemila barche costruite in cinquant’anni di attività per solcare tutti i mari e i laghi del mondo. Chi meglio di Tullio Abbate, costruttore geniale e fantasista senza pari, poteva in questo momento dare una scossa alla crisi della motonautica? Ecco pronta, infatti, una nuova barca da corsa per una nuova categoria dell’Endurance, che l’anno prossimo esordirà con un proprio campionato. Se n’è parlato allo Yacht Club Como in un incontro preparatorio alla Centomiglia del Lario 2015 in programma sabato 26 e domenica 27, presenti il presidente Giancarlo Ge, il presidente della Fim Vincenzo Iaconianni e il consigliere nazionale Alberto Pascali, il responsabile della Suzuki Luca Zerbini e, ovviamente, il progettista e costruttore Tullio Abbate. E proprio in questa occasione l’imbarcazione sarà presentata ufficialmente. La barca si chiama Stock Boat e la nuova categoria Fim Stockboats Series 2016. Sarà una barca motorizzata Suzuki DF 200 cavalli e il campionato non sarà solo monomarca Tullio Abbate - Suzuki, ma anche autogestito, con gli evidenti vantaggi di economicità per assegnazione della barca, trasporto e gestione tecnico-sportiva completamente a cura dell’organizzazione, sotto l’egida della federazione. «La nuova sfida - ha spiegato Tullio Abbate - grazie al coinvolgimento della Suzuki, è quella di portare le esperienze automobilistiche nella motonautica. Per il campionato italiano 2106 avremo pronte dieci barche». Va detto che la squadra Suzuki che seguirà la Stockboats Series 2016 è impegnata nella GP2 Series e Luca Zerbini ha seguito anche Davide Valsecchi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA