La Como Nuoto festeggia  un insperato terzo posto
Enzo Frigerio (Como Nuoto) (Foto by Cusa)

La Como Nuoto festeggia

un insperato terzo posto

Serie B - A Muggiò batte Ancona 7-5. Sconfitta invece la Pallanuoto Como, sconfitta a Padova 10-9

COMO NUOTO – VELA NUOTO ANCONA 7 – 5

COMO NUOTO: Garancini, Foti (2 su rigore), Pagani (1), Beretta, Frigerio (1), Todarello, Gavazzi, Mandaglio (2), Lava, Pellegatta, Cantaluppi, Fusi (1 su rigore), Trombetta. All.: Rota.

VELA N. ANCONA: Santini, Pieroni, Castriota, Pantaloni, Baldinelli, Delle Monache, Simo, Di Palma (1 su rigore), Talamonti (3), Bartolucci, Sabatini, Cesini (1), Breccia. All.: Pace I.

Arbitro: Pagani Lambri di Piacenza.

NOTE: parziali: 1-0, 0-3, 5-2, 1-0. Sup.num.: Como Nuoto 2 su 5, Vela Nuoto 0 su 9. Usciti per falli: Delle Monache (AN) e Fusi (CN) nel t.t. Espulso il tecnico dell’Ancona per proteste nel t.t. Rigore sbagliato da Pellegatta (CN) nel s.t.. Spettatori: 150 circa.

COMO - Alla piscina di Muggiò , tutti in piedi ad applaudire. Una squadra che lo scorso settembre era da ricostruire, a gennaio iniziò l’avventura della serie B con l’imperativo di navigare a vista, e che oggi festeggia uno strameritato terzo posto. Con una giornata d’anticipo la Como Nuoto si assicura una posizione di tutto rispetto alle spalle di una formazione, l’Ancona, che si è mostrata per nulla superiore ai lariani, veri leoni tra le mura di casa.

-------------------------------------------------------

AQUARIA – PALLANUOTO COMO 10 – 9

AQUARIA PADOVA: Gaspari, De Luca, Ciatto (4), Bacelle (2), Morelli, Andolfo, Billiato A., Prete, Duchini (1), Callegari, Trevisan (2), Vergerio. All.: Longhin.

PALLANUOTO COMO: Introzzi, Crivellin, Bulgheroni (1), Susak (5), Tedeschi, Troncarelli, Colombara (1), Dato, Spalenza, Maresca, Pitic (2), Pozzi, De Nicola. All.: Trumbic.

Arbitro: Filippini di Brescia.

NOTE: parziali: 4-2, 4-3, 1-1, 1-3. Sup.num.: Aquaria 3 su 8, Pallanuoto Como 4 su 10. Uscito per falli Prete (AQ) nel q.t.. Espulsi definit. per proteste: Dato (PN CO) nel t.t., Crivellin (PN CO) e Vergerio (AQ) nel q.t.. Spettatori: 100 circa.

PADOVA – Nella terza frazione l’Aquaria si porta a più tre (9-6) e comincia ad accarezzare il sogno di strappare i tre punti ai comaschi. Susak ha il braccio rovente, le sue tre reti riportano in perfetta parità il match (9-9), poi la superiorità numerica a favore viene sprecata, e Bacelle segna a due minuti abbondanti dal termine la rete del vantaggio definitivo. Il nervosismo in campo aveva già portato l’arbitro ad espellere Dato, anche Crivellin ne fa le spese ed abbandona anzitempo. Finisce 10-9.


© RIPRODUZIONE RISERVATA