La Como Nuoto in casa  Anzi no, in trasferta
PREDRAG ZIMONJIC COACH COMO NUOTO (Foto by Fabrizio Cusa)

La Como Nuoto in casa

Anzi no, in trasferta

Problema campo: scartata Monza che è la piscina casalinga comasca per antonomasia e per necessità, sarà la piscina di Torino il teatro della contesa

Per uno spicchio di campionato la Como Nuoto Recoaro ritrova il vecchio ritmo-partite: l’ufficializzazione della data del match di recupero contro la De Akker Bologna (sabato 17 aprile) consentirà ai ragazzi di coach Zimoinjic di disputare ben tre incontri in altrettante settimane.

La prima delle tre sfide previste è quella odierna, in cui la Como Nuoto Recoaro attualmente penultima in classifica ospiterà la Torino 81, terza in graduatoria (fischio d’inizio alle ore 16).

Problema campo: scartata Monza che è la piscina casalinga comasca per antonomasia e per necessità, sarà la piscina di Torino il teatro della contesa. A vestire la calottina bianca riservata ai padroni di casa saranno gli atleti della ranetta, l’indisponibilità della Pia Grande di Monza a causa della programmazione di una manifestazione natatoria ha trovato nella dirigenza piemontese un’interlocutrice disponibile. Per due volte, quindi, le partite tra Torino 81 e Como Nuoto Recoaro si svolgeranno alla piscina Monumentale. La partita d’andata vide il successo della formazione allenata da Aversa (15-11): anche allora Zanetic non scese in acqua sia pur per motivi diversi da quelli disciplinari attuali. Nel frattempo Torino sembra aver imboccato la strada che può riportarla in zona play-off, mentre la Como Nuoto Recoaro ha mostrato già con Brescia di aver ritrovato, o star ritrovando, lo spirito battagliero indispensabile per condurre a termine in modo positivo il girone di ritorno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA