La serie C è nel caos  Rimandati sentenze e calendari
ARONA RITIRO DELLA SQUADRA (Foto by Fabrizio Cusa)

La serie C è nel caos

Rimandati sentenze e calendari

Al centro dei dubbi anche il caso del Como che attende la risposta sul ripescaggio. A questo punto potrebbe arrivare sabato

Tutto slitta in avanti. Il verdetto della Covisoc che il Como sta attendendo, che a questo punto si dice che possa arrivare sabato, ma anche l’inizio del campionato di serie C. Il prolungarsi dei tempi però, logorìo di nervi a parte per squadra, società e tifosi, potrebbe a questo punto anche essere un vantaggio per il Como.La situazione particolare creatasi quest’anno, anche per via dell’esclusione di tre squadre dalla serie B, sta lasciando ancora aperte troppe situazioni di incertezza. E a questo punto ieri la Lega di C, con un comunicato ufficiale, ha innanzitutto fatto slittare la stesura dei calendari. «Alla luce dell’elevato numero di procedimenti a tutt’oggi pendenti dinanzi alla Giustizia Sportiva il cui esito influisce inevitabilmente su questa Lega, oltre allo scenario a dir poco incerto in ordine alle società che andranno ad integrare l’organico del Campionato Serie C, la Lega Pro è costretta a prendere atto dell’impossibiità di procedere alla presentazione dei calendari per la data del 7 agosto».

E lo spostamento pare addirittura possa essere di un paio di settimane. Lo si deciderà in un Consiglio di Lega programmato per lunedì 6 agosto, che «delibererà in merito alla nuova data per la presentazione dei Calendari (indicativamente quella del 22 agosto 2018), ai gironi e, svolte le più opportune valutazioni in ordine allo scenario federale e alla conseguenze che a cascata si riversano sulla Lega Pro, delibererà le iniziative da intraprendere in ordine all’inizio del Campionato Serie C 2018/2019». Tradotto, quasi certamente a questo punto si farà slittare in avanti anche l’inizio del campionato. La prima giornata era programmata per domenica 26, ma è praticamente impossibile che si possa scendere in campo solo quattro giorni dopo la stesura dei calendari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA