L’Hockey Como aspetta lo straniero
Andrea Ricca (a destra) e il ds Matteo Roccaforte alla firma del rinnovo

L’Hockey Como
aspetta lo straniero

Serie B - Trattattive in corso. Nel frattempo è arrivata la conferma di Ricca

HOCKEY SU GHIACCIO

Nonostante la stagione estiva, l’Hockey Como è già attivo. Sul mercato con la ricerca del giocatore straniero, ghiotta novità proposta nel prossimo campionato di Italian hockey league (la vecchia serie B). Nell’aspetto organizzativo con la definizione degli ultimi dettagli per lo stage giovanile che si terrà a Cerreto laghi, a partire dal 23 giugno e che, di fatto è il primo atto della nuova stagione.

Questione di pochi giorni e la società del presidente Luca Ambrosoli annuncerà il nome del giocatore straniero. È in atto un ballottaggio tra un canadese e un ucraino, entrambi però profili giovani. Toccherà a coach Petr Malkov, l’ultima parola.

Una curiosità (che magari potrebbe anche incidere nella scelta):nel 1973 il primo giocatore straniero ad indossare la maglia biancoblù è stato il canadese Wayne Radomsky da Edmonton. Canadesi anche Steve Dabuss (1979) e Craig Tresham, che nei primi anni Ottanta occupò anche la panchina.

Buona anche la tradizione di giocatori e coach dell’Est Europa, compresi gli ultimi due:il ceco Karel Blažek, predecessore di Malkov. Il tecnico russo, guiderà, assieme a Danilo Bertotto e l’allenatore dei portieri Loris D’Agate, lo stage di Cerreto.Si parte sabato 23 giugno per chiudere sette giorni dopo.

Nel frattempo, il direttore sportivo Matteo Roccaforte, ha intascato la prima riconferma con Andrea Ricca che ha prolungato la permanenza a Como.


© RIPRODUZIONE RISERVATA