Lunedì 28 Luglio 2014

Magnaghi, argento mondiale

targato Moltrasio

Sara Magnaghi festeggia il secondo posto sventolando sul podio la bandiera italiana

Un pianto che resterà per sempre un’icona del canottaggio azzurro quello di Sara Magnaghi al traguardo dei 2000 metri dopo aver conquistato la medaglia d’argento in una barca difficilissima come il singolo senior. L’Italia, grazie anche alla Magnaghi, chiude il Mondiale Under 23 sul lago di Varese con 7 medaglie iridate (2 oro, 3 argento, 2 bronzo).

Sette medaglie che hanno permesso agli azzurri di piazzarsi al terzo posto nel medagliere per nazione e prima d’Europa, dietro a USA, secondi con 3 medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo, e Nuova Zelanda, prima con 3 d’oro, 2 d’argento e 1 di bronzo.

Ieri finale anche delle ammiraglie, che ha visto l’otto azzurro con Filippo Mondelli, Guglielmo Carcano (Moltrasio) e Andrea Guanziroli (Lario) finire quinto.

«Quest’anno per me è bellissimo, ho vinto i Campionati Italiani ed erano anni che ci provavo - commenta emozionata Sara - ora questa medaglia ai Mondiali... Sono contentissima! Ho fatto la mia gara, non ho mai guardato fuori, solo ai 1500 metri mi sono voltata a sinistra e ho visto che ero messa bene, allora ho incrementato e dato tutto. Ho provato anche a prendere la lituana ma devo riconoscere la sua superiorità, al momento è più forte lei, poi vedremo».

© riproduzione riservata