Mondiali di corsa in montagna  Brava Belotti: medaglia d’argento
Valentina Belotti: lacrime di fatica e gioia

Mondiali di corsa in montagna

Brava Belotti: medaglia d’argento

In Bulgaria la prova iridata. La comasca determinante nell’oro dell’Italia a squadra femminile, la maschile al secondo posto, con Puppi.

Argento individuale e oro a squadre per Valentina Belotti; argento per team per Francesco Puppi. Il mondiale di corsa in montagna a Sapareva Banya (Bulgaria) , è andato più che bene per i comaschi. A Belotti infatti non si poteva chiedere di più, anche per le non perfette condizioni fisiche: battere la cinque volte campionessa iridata Andrea Mayr (Austria) , in questo momento è quasi impossibile. Da Puppi ci si aspettava un piazzamento migliore del diciannovesimo posto, ma il guanzatese ha dalla sua parte la giovane età (ha solo 24 anni) e tante altre occasioni da sfruttare. Belotti ha attaccato nel finale superando l’inglese Collinge, mentre Mayr volava al traguardo.

.L’Italia grazie anche al settimo di Alice Gaggi e all’ottavo di Sara Bottarelli conquistava l’oro nella classifica per nazioni.Nel maschile l’ltalia presentava Bernard e Martin Dematteis, Alex Baldaccini, Francesco Puppi, Xavier Chevrier e Nicola Spada. Dopo 3 km al comando lo statunitense Joe Gray con gli azzurri che partivano cauti (Puppi ventiquattresimo). Dopo mezz’ora di gara sempre primo l’atleta a stelle e strisce, tallonato dal messicano Morales a 30” e dall’ugandese Chemonges. La situazione restava cristallizata sino ai chilometri finali quando l’atleta africano Chemonges affondava l’attacco che lo portava alla conquista dell’iridato, davanti a Gray Usa) e a Morales (Messico) Rimonta per gli italiani nel finale: settimo Bernard, nono Martin Dematteis; decimo Alex Baldaccini, undicesimo Xavier Chevrier e diciannovesimo Francesco Puppi. L’Italia, purtroppo, per un solo punto perdeva l’oro a squadre, finito negli Usa. Ma è stato un mondiale positivo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA