Olimpiadi, Pusiano si candida

Olimpiadi, Pusiano si candida

Se la Lombardia sarà scelta come sede delle regate di canottaggio, il Centro potebbe essere una delle sedi di allenamento

In occasione della cerimonia di consegna del Collare d’Oro al Foro Italico lo scorso 15 dicembre , è stata annunciata la candidatura dell’Italia alle Olimpiadi del 2024. In quell’occasione il presidente del Coni Lombardia, Pierluigi Marzorati, aveva preso subito la palla al balzo, chiamando da parte Giovanni Malagò per dirgli che qualora la richiesta andasse in porto, non ci sarebbe solo Roma, ma anche Milano con tutte le sue potenzialità. E come non pensare al canottaggio, visto che il triangolo dei laghi è la regione leader del remo. Tanto più che il panorama strutturale lombardo si è recentemente arricchito di un nuovo soggetto molto importante: il Centro Remiero Lago di Pusiano. Varese ha un campo di regata ed una organizzazione che ha dimostrato negli ultimi anni di non essere seconda a nessuna. Pusiano che ruolo potrebbe avere?Rispomde il presidente Fabrizio Quaglino: «Dipende da come intenderanno utilizzare le risorse. Personalmente ritengo che la Lombardia possa essere pronta ad ospitare canottaggio e canoa ottimizzando le risorse tra Milano, Como e Varese. Se così fosse, Pusiano, Corgeno, Gavirate, Monate potranno avere un ruolo importante quali bacini di allenamento come già sta avvenendo da anni . Quello che interessa a noi è avere anche un indotto importante sul territorio. L’esempio lo abbiamo avuto in questo ultimo anno ospitando la Nazionale Russa ed ultimamente anche la selezione femminile della Nazionale Italiana. Oggi come oggi non è più possibile costruire cattedrali nel deserto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA