A2, Como Nuoto in casa

In arrivo la storica Bologna

Oggi alle 19 a Muggiò si annuncia una partita molto combattuta. In serie B la Pallanuoto Como gioca a Bergamo

A2, Como Nuoto in casa In arrivo la storica Bologna
Como Nuoto: il portiere Garancini
(Foto di Cusa)

SERIE A2 - Finalmente torna a Muggiò una delle partite più attese del panorama di serie A2 di pallanuoto. La Como Nuoto, dopo anni di lontananza, ritrova alle ore 19 la President Bologna, una delle formazioni storiche del torneo, protagonista in passato di scontri epici e che più di una volta hanno lasciato vivi ricordi nella testa dei partecipanti.

Oggi Bologna appare uno dei club che più crede nei suoi mezzi. Ha perso solo con Quinto, favorita e lanciatissima a punteggio pieno, e a Genova contro la Crocera. A Muggiò si presenta con il capocannoniere del torneo, Cocchi, e l’ex comasco Alessandro Baldinelli.

La Como Nuoto dovrà cercare di spezzare il sortilegio che la blocca da due settimane. Non è tanto la serie negativa di due incontri consecutivi regalati all’avversaria di turno a far temere per un nuovo stop che allungherebbe la linea d’ombra. Semmai continua a preoccupare il rendimento altalenante. La Como Nuoto deve continuare ad avere la quart’ultima posizione come traguardo, e marciare compatta in quella direzione.

SERIE B - La battaglia di Muggiò di sette giorni fa ha lasciato sul campo (di pallanuoto) diverse vittime. Tutte appartenenti alla sponda-Pallanuoto Como, se si eccettua l’allontanamento del dirigente della Cus Geas Milano, l’altra protagonista di un match tirato, teso, dal finale rocambolesco e terminata sul nove pari.

Due giocatori squalificati, Spalenza e Riccioli, con motivazioni personalizzate, l’allenatore ammonito, e un dirigente sospeso per quasi un mese: così la formazione di serie B comasca si presenta nel terzo turno di campionato. In serata il “sette” gialloblù tenterà un difficile assalto alla roccaforte bergamasca. La piscina Italcementi ospiterà, alle ore 20, lo scontro tra la Nuoto Bergamo Alta e la formazione del presidente Dato, che tra l’altro è al suo rientro in acqua dopo una squalifica rimediata però nell’ultima partita dello scorso campionato.

Il coach della Pallanuoto Como, Francesco Zoni, è consapevole di correre il rischio di apparire lamentoso, però non può fare a meno di osservare che «la situazione è oggettivamente difficile: alle due assenze forzate dobbiamo sommare il fatto che Diego Colombara, il nostro capitano, non si è allenato tutta la settimana a causa dell’influenza, e che lo stesso Dato giocherà ma ha problemi ad un braccio. Ma partiamo con il solito animo battagliero e proveremo a fare risultato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}