Paracadutismo, Rossi d’oro

nella Caduta libera in squadra

Il comasco campione italiano della specialità (con tre compagni)

Paracadutismo, Rossi d’oro nella Caduta libera in squadra
PARACADUTISMO - Stefano Rossi, è il secondo da destra

Un’aquila comasca ha volato nei cieli di Fano, conquistando il primo posto ai campionati italiani di paracadutismo, nella specialità formazione in caduta libera a quattro elementi.

Stefano Rossi di Castiglione Intelvi è uno dei quattro elementi del team eX3MO: la squadra si è confermata campione per il sesto anno consecutivo, per Rossi è il primo oro dopo alcuni podi ottenuti nelle precedenti competizioni.

Davvero curiosa questa specialità: i quattro elementi si lanciano nel vuoto, seguiti da un video man che riprende le figure eseguite nei 35 secondi di tempo che seguono l’uscita dall’aereo a quota 3.200 metri per consentire la valutazione da parte dei giudici a terra. La squadra è composta da Placido Udine e Marco Arrigo, che provengono da un precedente e pluri-medagliato team ad 8 elementi, sempre Ex3MO, 6 volte campione italiano, terzo posto Campionati Mondiali (2008), Coppa Europa (2007), Coppa del Mondo (2006/2007), oltre a Federico Angelotti e Stefano Rossi, eX3MO da quest’anno, in precedenza membri degli Energy.

Il videoman è Massimo Fiorini, proveniente dal team Sinapsi, 13 volte campione italiano di FCL4, di cui 10 consecutive grazie al podio conquistato quest’anno ai Campionati Italiani, 7 volte con il team eX3MO.

Dal 2011 ad oggi gli eX3MO sono la squadra da battere: 7 volte Campioni, ai vertici del paracadutismo italiano, si sono distinti anche a livello internazionale, dove si sono aggiudicati il quinto posto sia in Coppa del Mondo, sia ai Campionati Europei nel 2012, il decimo ai World Air Games di Dubai (2014) e il sesto agli Europei a Saarlouis, Germania.

La squadra si autofinanzia, gli allenamenti si svolgono in posti diversi, soprattutto a Garzigliana (Torino) e Serdiana (Cagliari)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}