Rane Rosa con le spalle al muro «È una situazione che mi piace»
Stefano Pozzi, tecnico delle Rane Rosa della Como Nuoto (Foto by foto Cusa)

Rane Rosa con le spalle al muro
«È una situazione che mi piace»

Oggi gara2 di semifinale playoff: si gioca alle 18 all’Olimpica. Acquachiara in vantaggio e le ragazze di Pozzi sono obbligate a vincere.

C’è modo e modo per affrontare la tensione pre-gara. Ci si può caricare troppo e giocare contratti, oppure ragionare serenamente sui propri pregi, migliorando i difetti, ed arrivare allo scontro con consapevolezza e convinzione.

Oggi la Como Nuoto al femminile è chiamata ad una grande prova di maturità. Alle 18, le Rane Rosa attendono il supporto del tifo di casa per sfidare nelle migliori condizioni ambientali l’avversaria delle semifinali dei playoff, quell’Acquachiara di Napoli che nel match d’andata l’ha battuta di misura.

Domenica scorsa la trasferta in Campania ha mostrato una Como Nuoto dai due volti: nervosa e imprecisa all’inizio, sempre più calata nel match tanto da sfiorare l’impresa nei due tempi conclusivi.

È finita 8-7 in favore di Acquachiara, così nel tardo pomeriggio di oggi le Rane Rosa hanno una sola scelta, nemmeno la più abbordabile: vincere. Però, non essendo ammesso il pareggio in questa fase, battere l’Acquachiara è l’unico modo per prolungare la stagione, andare a Napoli domenica prossima e tentare il colpaccio in trasferta. Poi si schiuderebbero le porte delle finali contro Trieste, prima nella regular season e già qualificata: e allora ne vedremmo delle belle, conoscendo la rivalità conclamata esistente tra le due formazioni del girone Nord.


© RIPRODUZIONE RISERVATA