Sì, Evenepoel  è un miracolato
I primi soccorsi a Remco Evenepoel finito in un dirupo (Foto by foto ansa)

Sì, Evenepoel

è un miracolato

Il fenomeno belga catapultato in un dirupo durante “Il Lombardia”. “Solo” frattura del bacinole sue condizioni sono ok.

Una tragedia fortunatamente soltanto sfiorata.

Sono quasi le 17 del sabato di Ferragosto quando lungo la pericolosa discesa che dal Pian del Tivano conduce a Nesso, Remco Evenepoel fa perdere le proprie tracce. Il predestinato campioncino belga - 20 anni ma già fenomeno, tanto da essere indicato quale il nuovo Merckx - è in coda al plotoncino di sette unità al comando della corsa. A un certo punto le immagini televisive inquadrano la sua bicicletta appoggiata a un muretto. Oltre c’è il vuoto. Di lui si sono perse le tracce. Scomparso nel vuoto. Di lì a breve, dalle immagini dell’elicottero Rai si vede il fiammingo che in prossimità di una curva ha toccato il parapetto sulla sinistra della carreggiata, si è ribaltato ed è finito nel burrone, mentre la sua bici è rimasta incredibilmente parcheggiata a bordo strada. Trascorrono minuti drammatici prima che Remco venga “ritrovato” e subito assistito e curato dall’équipe medica della corsa. Tempo un quarto d’ora, viene immobilizzato, trasportato nell’ambulanza che parte in direzione del Sant’Anna.

In base ai primi accertamenti effettuati al Sant’Anna, si scopre in realtà che il corridore ha accusato la frattura del bacino e una contusione al polmone destro. Per lui stagione finita, ma alla luce della dinamica dello spaventoso incidente è forse anche il minimo che si potesse temere. Ieri le condizioni del giovane della Deceuninck-Quick Step sono rimaste «invariate» hanno fatto sapere dall’ospedale, ma non è stato possibile organizzare il viaggio di ritorno in patria. Quanto al team, in un comunicato diffuso nel pomeriggio, ha reso noto che «ha passo una notte tranquilla e che è buona l’evoluzione delle sue condizioni» e che «a causa della natura dell’infortunio, Remco sarà trasportato in volo in Belgio in posizione supina. Il team sta facendo di tutto per riportarlo a casa il prima possibile, speranzoso che ciò accada entro le prossime 24 ore».


© RIPRODUZIONE RISERVATA