Questa è l’Ora sbagliata
L’Hockey Como a picco

Pesante sconfitta per i biancazzurri nella seconda di campionato

Questa è l’Ora sbagliata L’Hockey Como a picco
I giocatori dell’Hockey Como prima della gara

L’Hockey Como perde anche la seconda partita di campionato ma ritrova, anche se per poche ore, il ghiaccio di Casate, con una settimana d’anticipo.

Lo stop in casa dell’Ora è pesante (0-6) ma la stagione parte adesso per i ragazzi di coach Petr Malkov che potranno preparare nel modo migliore il debutto interno (anche se con gli spalti vuoti) contro il Pergine di domenica prossima.

Como arriva ad Egna con gli uomini contati (solo due linee e mezzo) e senza i giocatori dell’HCV Filatoio. Primo periodo difficile per i biancoblù, con tre inferiorità e i padroni di casa che tirano a raffica verso la porta difesa dal sempre attento Menguzzato (21-4 le conclusioni a favore degli altoatesini).

L’Ora mette a referto anche due reti, con la seconda che lascia più di un dubbio sulla validità. Il secondo drittel è il migliore per il Como che riesce a varcare con continuità la linea blu, però senza andare a referto. I padroni di casa riescono ad arrotondare il punteggio con il terzo gol.

Terzo periodo periodo difficile per i comaschi che mostrano la stanchezza e, soprattutto, la scarsa confidenza con il ghiaccio. Ora ne approfitta subito, siglando il 4-0 pochi secondi dopo l’ingaggio. I biancoblù subiscono poi la quinta rete, pur avendo l’uomo in più. Il sesto centro degli altoatesini, sancisce una sconfitta troppo pesante per i ragazzi di coach Malkov.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}