Tra Uboldi e Facioni sfida di carte bollate

Tra Uboldi e Facioni
sfida di carte bollate

Il contestato titolo italiano, assegnato al comasco, correre il rischio di tornare ancora in ballo

Non è ancora finita la controversia tra Jacopo Facioni e Davide Uboldi sul contestato titolo italiano Prototipi 2015m che al termine di un lungo iter giudiziario sembrava definitivamente assegnato al pilota comasco .

Il pilota forlivese, infatti, non si arrende, ma ricorre al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni, contro la sentenza definitiva del Tribunale Nazionale d’Appello che lo scorso dicembre aveva rigettato l’appello da lui presentato contro la decisione con la quale il Collegio Sportivo di Monza lo escludeva dalla classifica di gara 2 per irregolarità tecniche emerse dopo reclamo di Davide Uboldi. Con tale sentenza, il titolo tricolore era stato confermato al pilota comasco.

Adesso dunque si profila un nuovo grado di giudizio, in quanto il Collegio di Garanzia dello Sport, è l’organo recentemente istituito al Coni ed al quale è possibile adire.

Per Davide Uboldi, dunque, riparte una nuova fase di attesa non certo piacevole.


© RIPRODUZIONE RISERVATA