Wise in visita al Lambrone  Forse una academy indonesiana
denis wise (a dx) con ludi (Foto by Nicola Nenci)

Wise in visita al Lambrone

Forse una academy indonesiana

L’ex capitano del Chelsea al Lambrone per valutare l’ipotesi di una scuola calcio con talenti d’oriente. Intanto sui social arriva i tifo indonesiano

Ha avuto l’effetto di una bomba. Esterno e interno. Cosa? L’annuncio da parte della famiglia Hartono in Indonesia di aver acquistato il Calcio Como, di cui abbiamo parlato qualche giorno fa. Il magnate del tabacco uscito allo scoperto. Non è stato un annuncio vero e proprio. Diciamo che la notizia è stata data da un telegiornale indonesiano. Ma non è stata smentita dalla potente famiglia che controlla il Como. Anzi, in una sorta di coincidenza forse per nulla casuale, sul sito della Sent ha cominciato a circolare il trailer del film-reality che la società di entertainment sta realizzando sulla squadra azzurra. Il primo effetto è stato folkloristico. I social del Como, Facebook e Instagram, sono stati inondati da messaggi di appassionati dall’altra parte del mondo. Anzi, in via Sinigaglia il percorso è stato esattamente il contrario: proprio il sospetto diluvio di messaggi in caratteri inequivocabilmente orientali ha fatto capire che qualcosa doveva essere successo.

Ieri c’è stato un altro tassello di questo mosaico. La visita di Denis Wise al Lambrone. Chi è Danis Wise? Il referente calcistico dell Sent e, di riflesso, di Hartono. Wise, l’ex capitano del Chelsea dal 2001 al 2006 che gestisce l’aspetto tecnico calcistico per conto di Sent a livello di scuole calcio. Wise è già venuto a vedere il Como in diverse occasioni, specie nelle ultime partite dell’anno scorso. La collaborazione strettamente tecnica tra Como e Wise è molto ridotta, per ora si limita a segnalazioni di giovani interessanti inglesi in prospettiva azzurra. Ma la visita di Wise di ieri ha invece un senso specifico: si tratta di una operazione legata alla Academy indonesiana Gadura, una scuola calcio per giovani calciatori. L’idea è quella mandare per un mese un gruppo di venti giocatori della Academy in Italia, sfruttando le attività del Como come nave scuola. E fare delle amichevoli. Per questo Wise ieri, accompagnato da Gandler e dal ds Ludi, ha visitato il centro sportivo del Lambrone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA