Al fianco dei bimbi ricoverati  La Regione premia “Silvia”
Da sinistra Angelo Selicorni, primario della Pediatria del Sant’Anna, Lydia Salice e Antonio Bizzozzero dell’associazione S.I.L.V.I.A.

Al fianco dei bimbi ricoverati

La Regione premia “Silvia”

Anche una targa speciale alla onlus canturina impegnata nelle Pediatrie. L’associazione punta a rendere più gradevoli le cure ai piccoli pazienti

Un premio che è un ringraziamento a quanti quotidianamente dedicano tempo ed energie ad aiutare il prossimo nel momento di maggior vulnerabilità, tra le corsie degli ospedali. E tra quanti hanno ricevuto questo riconoscimento c’è anche l’associazione canturina S.I.L.V.I.A. Onlus, che si è aggiudicata due dei riconoscimenti nella terza edizione di #MaiSoli, il premio dedicato da Regione Lombardia alle realtà di volontariato che operano in ambito sanitario e sociosanitario.

L’associazione è stata premiata due volte, per la categoria “Con i bambini” e ha ricevuto anche il “Premio Speciale”. S.I.L.V.I.A, benché attiva da pochi anni, è stata fondata nel 2010, ormai s’è fatta conoscere sul territorio, ed è nata in ricordo di Silvia Bizzozzero, giovane donna morta a 33 anni a causa di un tumore che l’ha troppo presto strappata alla famiglia e agli amici.

I suoi genitori, Lydia Salice e Antonio Bizzozzero, hanno però deciso di non arrendersi al dolore e di fondare questo sodalizio. Che si chiama come lei, ma, nel ricordo di una persona che amava i bambini e si spendeva al servizio del prossimo, si racconta anche attraverso l’acronimo dello stesso: sorridere illumina la via infondendo allegria.

L’obiettivo della onlus canturina, raccogliere fondi da destinare alle attività di supporto, come la musicoterapia e l’arteterapia, e all’allestimento di spazi che rendano più piacevole la degenza dei bambini in Pediatria.

Oggi, sabato 25 gennaio, Lydia Salice e Antonio Bizzozzero erano a Milano, con Angelo Selicorni, primario della Pediatria del Sant’Anna, per la cerimonia di “Mai soli”, premio che l’assessore al Welfare Giulio Gallera ha voluto istituire per ringraziare i volontari e che si sta facendo appuntamento fisso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA