Baby gang in piazza a Cantù, picchiati due insegnanti

Il caso L’episodio avvenuto pochi giorni fa, reso noto durante l’ultimo consiglio comunale

Baby gang in piazza a Cantù, picchiati due insegnanti
Polizia locale e Carabinieri in piazza Garibaldi
(Foto di Archivio)

Molto è stato fatto e molto è cambiato da quel giorno di marzo del 2019 in cui venne organizzata la manifestazione “Un caffè contro le mafie” per cambiare abito a Cantù, bollata come città omertosa dopo gli arresti per pestaggi e intimidazioni di stampo ‘ndranghetista in piazza Garibaldi.

Ma molto c’è ancora da fare, e nuovi preoccupanti fenomeni da arginare emergono, primo fra tutti quello delle baby gang.

L’ultimo episodio il pestaggio, sempre in piazza, di due docenti del liceo Fermi per aver difeso dei loro studenti aggrediti. Episodio accaduto una settimana fa, durante quella che è ormai la serata della movida canturina, il mercoledì, ed emerso nel corso della seduta di consiglio di lunedì.

I docenti erano intervenuti per difendere alcuni studenti che erano stati aggrediti

«Credo che questo tema – ha sottolineato il consigliere del Partito Democratico Filippo Di Gregorio – sia uno dei più gravi attualmente e che non lo si debba affrontare solo come questione di sicurezza. Vorrei sollecitare a un diverso approccio verso le nuove generazioni».

A riprova dell’urgenza ha quindi condiviso il racconto di un grave episodio, spiegando che due docenti, la scorsa settimana, dopo la classica pizza con i ragazzi in occasione della fine delle scuole, sono andati in piazza Garibaldi. Qui gli studenti sono stati aggrediti, per futili motivi, da un gruppo di giovani. Intervenuti in loro difesa uno è stato colpito con un pugno all’occhio, tanto che è intervenuta l’ambulanza, e l’altro è caduto dalle scale. Comprensibilmente scossi i protagonisti dell’accaduto.

Leggi anche
Leggi anche

© RIPRODUZIONE RISERVATA