«Basta incidenti in via Rovelli»

Conto di 800 euro al motociclista

Senna Comasco, il Comune chiede i danni a un giovane di Lazzate

Aveva distrutto la staccionata con la sua Yamaha finendo poi nel prato

«Basta incidenti in via Rovelli» Conto di 800 euro al motociclista
La Kawasaki aveva distrutto la staccionata: ora il Comune chiede il risarcimento del danno

Chi rompe paga. Un vecchio adagio attualissimo dalle parti del Comune di Senna. Dove in proposito hanno le idee chiare. Perché, se è stato il motociclista a uscire di strada e a finire contro la staccionata, è giusto che lui stesso - o chi per esso: come ad esempio l’assicurazione - saldi il conto. Per un danno non imputabile alle casse della collettività. Il protagonista dell’undicesimo incidente avvenuto sulla nuova pista ciclopedonale di Senna, un giovane di Lazzate dovrà quindi tenere conto, nel conteggio finale, di quanto richiesto dal Comune. Perché il conto presentato dalla pista danneggiata, per la precisione, è di 796 euro e 50 centesimi.

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True