Cantù, donazione alla casa di riposo  Una fortuna per ricordare la madre
Passaggio di consegne tra amministratori. Da sinistra: il vicepresidente Graziano Aiani, il presidente Federico Terraneo, l’ex presidente Luigi Grassi, i consiglieri Alfredo Romano, Silvano Cozza, Daniella Turolla

Cantù, donazione alla casa di riposo

Una fortuna per ricordare la madre

Il benefattore è il capiaghese Antonio Auguadro, scomparso nel 2008. Non aveva figli

Sua mamma è stata ospite alla Garibaldi Pogliani - la fondazione Rsa onlus con sede storica in via Fratelli Galimberti - per una decina d’anni.

E lui, il figlio, ha lasciato come volontà di donare gran parte dei suoi averi proprio alla casa di riposo. Antonio Auguadro, morto a 77 anni nell’aprile scorso, ha lasciato in donazione, come è stato comunicato ieri dal consiglio d’amministrazione della Rsa, una villetta a due piani e titoli e contanti per 400mila euro. Non solo.

Ha regalato anche 100mila euro alla parrocchia di Capiago. E altri 100mila euro a quella di Albate.

«Abbiamo avuto un lascito - ha annunciato il vicepresidente Graziano Aiani - di un cittadino di Capiago di notevole consistenza. La Garibaldi Pogliani è stata indicata nel testamento come destinataria principale dell’eredità. Un caloroso ringraziamento va a lui stesso per questa disposizione. Ma anche ai due cugini. Tra questi, Clemente Auguadro, presidente di Ca’ d’Industria».

Tutta la storia su La Provincia in edicola domenica 1° novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA