Cantù, polizia locale hi-tech
Telecamere su tutte le auto

Il finanziamento della Regione Lombardia ai comandi di Como, Cantù, Erba e Mariano

Cantù, polizia locale hi-tech Telecamere su tutte le auto
Nuovi agenti e nuovi mezzi per la polizia locale di Cantù, qui con l’assessore Maurizio Cattaneo

Sempre più tecnologici, sempre più uniti, perché l’unione fa la forza, anche la forza di polizia locale.

Prossimo obiettivo, creare un database comune aggiornato in tempo reale con tutti gli incidenti rilevati durante la giornata. E la stesura della bozza di convenzione è stata affidata al comandante canturino Vincenzo Aiello. Ormai la collaborazione tra Como, Cantù, Erba e Mariano Comense è sempre più naturale, tanto che oggi, giorno di Ferragosto, cinque agenti motociclisti canturini saranno nel capoluogo in servizio per il Giro di Lombardia, dopo aver presidiato in mattinata la fiera di San Rocco in città.

Con il finanziamento della Regione Lombardia sono stati acquistati 43 tablet e 52 dash cam, la piccola telecamera montata sul parabrezza con l’obiettivo di registrare tutto ciò che le accade intorno e che può essere utilizzata, per esempio, per supportare la ricostruzione di eventi.

Cantù ha rinunciato alla propria quota di tablet, visto che ormai da qualche anno ogni agente del comando cittadino ne è dotato, così come ognuno oggi ha una body cam, la telecamera che si indossa. Grazie alle 13 dash cam che spettano a piazza Parini, ogni veicolo di servizio ne monterà una. Mancano solo i droni, ma stanno arrivando: gli agenti devono ottenere il patentino per utilizzarli, ma il Covid-19 ha congelato la procedura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}