Capriolo investito a Canzo  Torna l’allarme sulle strade
L’animale ucciso sulla Arosio-Canzo

Capriolo investito a Canzo

Torna l’allarme sulle strade

L’animale ucciso ieri in pieno giorno sulla Arosio-Canzo. L’automobilista non si è fermato

Capriolo investito sull’Arosio-Canzo in territorio di Canzo ieri, martedì 11 agosto, attorno alle 12,30. Un dispiacere per gli amanti degli animali ma anche un pericolo su una strada molto frequentata e in cui si raggiungono velocità elevate.

Quindi si ricorda che bisogna sempre prestare la massima attenzione anche perché solitamente l’attraversamento degli animali selvatici è un problema dei Comuni più a monte.

Diversi i testimoni dell'accaduto: «Io stavo salendo da Erba verso Valbrona quando ho visto prima il rallentamento e poi alcune automobili ferme, sono subito scesa per vedere cosa stava accadendo e ho visto questo animale stesso a bordo strada – spiega una donna -. Sono rimasta molto colpita, mi è venuto da piangere per il giovane capriolo».

«Aveva un corno e una gamba spezzati, deve essere stato colpito a velocità elevata – continua la testimone -. Quando sono arrivata c’erano diverse donne, ma l’automobilista che ha investito l’animale non si deve essere fermato. È stata chiamata la polizia locale, che è arrivata ed ha messo i cartelli di pericolo in attesa del recupero dei resti del povero capriolo».

(Giovanni Cristiani)


© RIPRODUZIONE RISERVATA