Consigliera assunta in casa di riposo
«Non farò alcun passo indietro»

A Mariano la leghista Laura Elli interviene sulle polemiche sul suo impiego da centralinista: rimarca che l’incarico non ha valenza né dirigenziale né politica

Consigliera assunta in casa di riposo «Non farò alcun passo indietro»
La casa di riposo della Fondazione Porta Spinola
(Foto di archivio)

«Non intendo fare alcun passo indietro». Così Laura Elli chiude il cerchio delle polemiche accese per la sua assunzione come centralinista in Fondazione Porta Spinola.

Un battesimo amaro al nuovo impiego per lei, già presidente della Commissione servizi sociali, che ha il compito di vagliare le iniziative della realtà locale, nonché esponente della Lega, partito che amministra il Comune e che esprime il presidente della stessa fondazione.

Tant’è che le critiche per il doppio ruolo sono piovute sia dalla minoranza che dalla maggioranza. C’è quindi amarezza nelle poche parole che trapelano dalla consigliera che, ancora una volta, rimarca come il suo incarico non abbia valenza né dirigenziale né politica. Da febbraio, infatti, Elli svolgerà la mansione di centralinista all’interno della residenza sanitaria, seconda classificata in graduatoria che ricercava due figure da inserire part -time.

© RIPRODUZIONE RISERVATA