Emergenza idrica rientrata  Via ai lavori sull’impianto
L’incidente occorso all’autobotte dei Vigili del fuoco

Emergenza idrica rientrata

Via ai lavori sull’impianto

Centro Valle Intelvi: dopo i disagi nella frazione Casasco

Emergenza idrica al momento rientrata e nessuna conseguenza neppure per l’autobotte dei Vigili del fuoco finita fuori strada a causa del cedimento del ciglio della carreggiata sulla direttrice che porta in quota sui bacini dell’acquedotto di Casasco in Centro Valle Intelvi.

La cisterna proveniente dal distaccamento da Cantù, si è piegata su un fianco, ma fortunatamente non si è ribaltata. Massiccio è stato l’intervento dei pompieri da Como , Cantù e San Fedele per alimentare i bacini di Casasco dopo che un guasto alle pompe di sollevamento dell’acqua aveva fatto svuotare i serbatoi di accumulo. Oltre ai pompieri, è intervenuto un servizio locale sostitutivo privato di trasporto dell’acqua allertato dal sindaco Mario Pozzi e i volontari dell’antincendio boschivo della Protezione Civile della Comunità Montana Lario Intelvese a supporto con il proprio mezzo. Oltre 90 mila i litri d’acqua immessi nei serbatoi. I tecnici di Como Acqua intervenuti insieme alle squadre di emergenza hanno installato una pompa provvisoria per far ripartire l’impianto. In questi giorni è stato programmato un intervento strutturale e definitivo per l’alimentazione dei bacini.

All’asciutto erano rimaste 40 famiglie di residenti , due aziende agricole e di allevamento, due ristoranti e decine di abitazioni di villeggiatura senza una goccia d’acqua da sabato sera fino a domenica. (Francesco Aita)


© RIPRODUZIONE RISERVATA