Erba, si riaprono i cantieri  Nuove case in centro e periferia
Erba vista dall’alto

Erba, si riaprono i cantieri

Nuove case in centro e periferia

Ok del Comune a 14 unità ad Arcellasco, 3 villette a Crevenna e 2 palazzine in centro. Il comparto riparte dopo la crisi. L’assessore Sgroi: «Avremo compensazioni sulla viabilità»

Quattordici unità immobiliari ad Arcellasco, tre villette a Crevenna, due palazzine in centro, senza contare altri progetti ancora “coperti” in attesa del via libera dell’ufficio urbanistica. Dopo anni di crisi sul fronte dell’edilizia, a Erba qualcosa si muove: nel giro di poche settimane Palazzo Majnoni ha dato il via libera a una serie di progetti che verranno realizzati nei prossimi mesi.

Un segno di fiducia da parte dei costruttori che tornano a scommettere sulla vendita delle unità abitative. Il progetto più importante interessa l’area del cimitero di Arcellasco. Il consiglio comunale ha dato il via libera a un piano attuativo che prevede la realizzazione di tre lotti nell’area compresa tra via 18 marzo, via Beccaria e via Leonardo da Vinci: si parla complessivamente di 14 unità immobiliari (piccole villette) che verranno realizzate su terreni appartenenti a un privato e a due società.

«Per quanto riguarda questo comparto - ha spiegato l’assessore all’Urbanistica e all’edilizia privata Marielena Sgroi - la Provincia ha chiesto ai proponenti di spostare uno dei tre lotti per rispettare la fascia verde intorno al cimitero».

«I proprietari hanno accolto il rilievo spostando il lotto che era più a nord nella parte sud-est dell’ambito (in corrispondenza di via Leonardo da Vinci, ndr)». L’assessore ha sottolineato i vantaggi per il pubblico. «Si sono impegnati a effettuare opere viabilistiche importanti, in particolare l’allargamento di un tratto di via Leonardo da Vinci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA