Giochi riaperti sulla moschea  Ma a Cantù il sindaco frena l’ok
Il capannone che dovrebbe ospitare il luogo di culto islamico in via Milano (Foto by Archivio)

Giochi riaperti sulla moschea

Ma a Cantù il sindaco frena l’ok

La Consulta ha bocciato la legge regionale che bloccava l’iter. Bizzozero: «Aspettiamo il testo della sentenza per capire cosa non va»

Moschea di via Milano, tutto da rifare. La Consulta ha infatti bocciato la legge regionale, che era stata battezzata anti-moschee poiché rende di fatto impossibile realizzarne in Lombardia. Legge che era stata impugnata dal governo e che ora è stata ritenuta anticostituzionale.

E se l’amministrazione comunale al momento resta molto cauta, invitando ad attendere di leggere le motivazioni della sentenza, che saranno note tra un paio di settimane, la Lega suona già la carica, invitando la maggioranza a tenere freno qualunque progetto in vista delle amministrative della prossima primavera, che di fatto, sottolinea Alessandro Brianza del Carroccio, «saranno il referendum sulla moschea che Lavori in Corso non ha mai voluto fare».

Il sindaco Claudio Bizzozero, da parte sua, per ora invita alla cautela: «Prendiamo atto di questa decisione e attendiamo di leggere il testo della sentenza. Stando a quanto trapela c’è un giudizio di incostituzionalità, ma dobbiamo ancora capire in quale misura e se cancelli tutti i vincoli finora imposti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA